fbpx

Arriva la 1000 miglia 2019 a Corinaldo: il programma

lentepubblica.it • 15 Maggio 2019

1000-miglia-2019-corinaldoLa 1000 miglia 2019 a Corinaldo: il borgo corinaldese è l’unico borgo della provincia di Ancona sede di tappa.


Giovedì 16 maggio, dalle 10.00 alle 14.00, il borgo corinaldese, unico borgo della provincia di Ancona sede di tappa, ospiterà la 1000 Miglia 2019, una gara di tre giorni riservata ad auto costruite fra il 1927 e il 1957 su strade normali e aperte al traffico.

1000 miglia 2019 a Corinaldo

In occasione dello storico passaggio in uno dei Borghi più Belli d’Italia, il Comune di Corinaldo, insieme al Motoclub Matti di Corinaldo organizza, mercoledì 15 maggio alle ore 21.00 nell’officina di Spadoni Renzo (via della Murata 33) “Con le mani sporche d’olio-Storie e memorie di Corinaldo e motori”, una serata dedicata alle storie, ai racconti, alle memorie di chi ama, lavora e ha vissuto con e per i motori.

Un appuntamento rivolto a chi corre, a chi ripara, agli appassionati, a tutti coloro che hanno voglia di scoprire e immergersi in un’atmosfera di entusiasmo coinvolgente.

La 1000 Miglia, storica rievocazione arrivata alla 37°edizione, percorrerà, da mercoledì 15 a sabato 18 maggio, l’Italia da Brescia a Roma e ritorno con 430 vetture d’epoca appartenenti a ben 71 case costruttrici selezionate da cinque paesi (tra cui 15 modelli unici della Zagato, 100 supercar Ferrari e tante Mercedes).

Per il sesto anno consecutivo saranno presenti cinque vetture appartenenti alla categoria Militare, condotte da rappresentanti delle Forze Armate Italiane. I 425 equipaggi accettati alla gara provengono da 32 paesi distribuiti in 5 continenti con l’Italia che continua a essere il paese più rappresentato seguito da Paesi Bassi, Germania e Inghilterra.

Tra le personalità di rilievo protagoniste della gara, ogni anno attratte dal fascino della 1000 Miglia, l’ex pilota di Formula Uno, Giancarlo Fisichella, il plurivincitore della 24 Ore di Le Mans e della 24 Ore del Nurburgring, Romain Dumas.

Dai fornelli alla strada, a darsi battaglia, gli chef Joe Bastianich e Carlo Cracco.

Fonte: Associazione dei Comuni Virtuosi
avatar
  Subscribe  
Notificami