lentepubblica

Anche AGER Puglia sceglie la Carta della Qualità Rifiuti in Digital Network

lentepubblica.it • 11 Novembre 2022

ager-puglia-carta-qualita-rifiuti-digital-networkGli ETC e tutti gli altri Enti si trovano di fronte ad un nuovo modello della gestione del servizio rifiuti e così la soluzione in Digital Network per la produzione e integrazione della Carta della Qualità può senz’altro essere d’aiuto: anche AGER Puglia ha deciso di optare per questo strumento.


Il nuovo Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF), introdotto dalla  Delibera 15/2022 di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) avvia diversi processi di rinnovamento per quanto riguarda la gestione del servizio rifiuti urbani.

Si tratta di una serie di nuovi obblighi e adempimenti da completare entro la fine del 2022: in particolare si dà il via libera a nuovi asset di qualità contrattuale e tecnica del servizio di gestione dei rifiuti urbani, minimi ed omogenei per tutte le gestioni sul territorio nazionale e differenziati solo in base al livello qualitativo effettivo di partenza definito in base alle prestazioni previste nei Contratti di servizio e/o nelle Carte della qualità vigenti.

Una delle novità più rilevanti riguarda proprio l’integrazione e l’approvazione, per ogni singolo ambito tariffario – che in genere coincide con il Comune – di un’unica Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani.

La nuova Carta della Qualità del Servizio Rifiuti

È un documento del tutto rinnovato rispetto alla normativa appena revisionata e al suo interno deve necessariamente individuare:

  • obblighi relativi al servizio di gestione rifiuti
  • standard di qualità contrattuale e tecnica previsti dall’ARERA
  • standard ulteriori o migliorativi previsti dall’ETC.

La nuova Carta della Qualità, disciplinata dall’art. 5 del TQRIF, stabilisce così i relativi impegni normativi a carico degli ETC (Enti Territorialmente Competenti):

L’Ente territorialmente competente approva per ogni singola gestione un’unica Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani: a tal fine, in caso di pluralità di gestori dei singoli servizi, l’Ente territorialmente competente integra in un unico testo coordinato i contenuti delle Carte di qualità predisposte dai singoli gestori ciascuno per i servizi di rispettiva competenza.”

Gli ETC dunque diventano una parte centrale del processo, un vero e proprio garante per gli utenti: devono per questo motivo, tra le altre cose, assicurarsi che la nuova carta della qualità venga pubblicata nella sezione Trasparenza Rifiuti di tutti i comuni e dei gestori.

Gli ETC sono pertanto chiamati a:

  • verificare la veridicità e correttezza di ogni Carta ricevuta;
  • integrare in unico testo coordinato i contenuti delle Carte per singolo ambito tariffario;
  • approvarle con proprio provvedimento, affinché possano essere poi pubblicate sulla Trasparenza Rifiuti di ogni gestore come dispone il comma 2 dell’art. 5 del TQRIF.

Gli ETC sovra-comunali sono quelli più in difficoltà?

Si tratta di un carico di lavoro in generale consistente per tutti gli ETC, ma che potrebbe riscontrare criticità ulteriori per quelli che annoverano decine e a volte centinaia di comuni all’interno del proprio ambito.

Un esempio di ETC che presenta queste caratteristiche è senz’altro AGER Puglia, che presenta un bacino di competenza ancora più ampio che coincide con l’intera Regione Puglia: si tratta di ben 257 Comuni per circa 4 milioni di abitanti.

Questo vuol dire che l’ETC riceverà ogni singola Carta della Qualità da parte di tutti questi Comuni, ognuna di esse predisposta dai gestori del servizio di raccolta e trasporto e spazzamento e lavaggio per ciascuno degli ambiti tariffari in cui intervengono.

La mole di lavoro che deriva dal trattare centinaia di documenti e la ristrettezza dei tempi disponibili per integrarli in altrettante carte della qualità con un unico testo coordinato, rendono la vita molto difficile agli addetti ai lavori e all’intera catena organizzativa.

Anche AGER Puglia sceglie la Carta della Qualità Rifiuti in Digital Networkpiattaforma-gestione-qualita-rifiuti

Così AGER si trova dunque a gestire un carico di lavoro che, purtroppo, potrebbe rallentare i tempi per potere essere pienamente conforme alla delibera 15 del 18 gennaio 2022 emanata dell’Autorità.

Pertanto il Direttore Gianfranco Grandaliano e il Direttore operativo Angelo Pansini hanno deciso di collocare AGER Puglia lungo una strada virtuosa, adottando una soluzione ritenuta adeguata alle proprie attese.

Per tutte le sue gestioni AGER ha infatti attivato la piattaforma CQR Digital Network in modalità SAAS (Software-as-a-Service) prodotta dalla Golem Net, società con robusta esperienza nel settore web applicato al mondo ambientale.

Questo ETC potrà così coprire tutti gli obblighi normativi previsti dall’art. 5 del TQRIF e porre un argine alla complessità che deriva dal volume delle gestioni presenti sul proprio territorio.

AGER Puglia si aggiunge così anche ad altri ETC e gestori che hanno scelto questo innovativo strumento, come ATO Toscana Costa, SRR Enna Provincia ATO 6, SRR ATO 7 Ragusa e SRR Palermo provincia Est.

CQR Digital Network: la soluzione targata Golem Net

Questa piattaforma è dedicata alla gestione di tutte le fasi procedurali relative alla realizzazione della Carta della Qualità del Servizio Rifiuti e le attività connesse in base al testo unico per la regolamentazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani.

Tale piattaforma web è stata attivata in modalità Saas su Cloud certificato AgID per i 3 attori del processo, ovvero:

  • Comuni ricadenti nell’ambito territoriale ottimale e che svolgono il ruolo di gestori della Tari e del rapporto con gli utenti;
  • Gestori del servizio di raccolta e trasporto e spazzamento e lavaggio;
  • ETC, ovvero AGER Puglia, che provvederà ad integrare le carte ricevute in un unico testo coordinato ed approvare la carta della qualità integrata e specifica per ciascuno dei 257 ambiti tariffari (coincidenti con i 257 comuni).

I comuni e i gestori avranno la possibilità di accedere alla piattaforma e generare la propria specifica carta della qualità che verrà acquisita dall’ETC che le integrerà, grazie agli automatismi offerti dal sistema, in una carta coordinata.

Nella brochure è possibile reperire informazioni di dettaglio brochure completa del servizio.

Per altre informazioni sui servizi offerti dalla Golem Net e prendere visione della demo potete consultare il sito:

https://www.gestionequalitarifiuti.it/richiedi-una-demo/

Piattaforma per la gestione dei PEF TARI

Inoltre la Golem Net mette a disposizione una piattaforma applicativa per la gestione di tutte le fasi procedurali relative ai PEF (Piani economici finanziari) da parte degli Enti territoriali competenti.

Attraverso il portale gestionepef.it si accede alla piattaforma che permette la collaborazione coordinata e l’amministrazione dei flussi documentali nell’ambito della gestione dei PEF.

Per altre informazioni sui servizi offerti dalla Golem Net e prendere visione della demo potete consultare il sito:

https://www.gestionepef.it/richiedi-una-demo/

Ulteriori approfondimenti

Se si desiderano approfondimenti tecnici su CQR Digital Network o sulla Piattaforma per la Gestione del PEF TARI scrivete una mail all’indirizzo segreteria@golemnet.it.

In alternativa scrivete un messaggio WhatsApp al numero: 342 014 7374.

Una Buona Prassi da stimolo per tutti gli ETC del Paese

Tutti gli ETC che si trovano ad affrontare questo tipo di difficoltà, anche sul piano strettamente gestionale, oltre che tecnologico, potranno seguire un percorso semplificato.

AGER Puglia ha così voluto rendersi aderente agli standard qualitativi elevati previsti dalla normativa, erogando a tutte le sue municipalità e a tutti gli utenti del territorio servizi sempre più innovativi portati a termine attraverso lo snellimento dei processi amministrativi.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments