fbpx

Flos rappresenterà l’Italia al 3 Days of Design di Copenaghen

lentepubblica.it • 29 Maggio 2018

3-days-of-design-di-copenaghenSui giornali si parla ancora della Milano Design Week di un mese fa circa, ma il mondo dei designer e degli amanti del design è già proiettato verso un altro evento molto seguito da tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori del settore. La 3 Days of Design di Copenaghen è infatti alle porte.


Dal 24 al 26 maggio 2018, la capitale danese sarà preda dei più sfegatati fan del mondo del design. Nomi internazionali vi parteciperanno, ed esporranno le loro opere. Georg Jensen, Paustian e Muuto sono solo alcuni dei noti e affermati brand che hanno partecipato alle scorse edizioni. Dinesen, Erik Jørgensen Møbelfabrik, FLEXA e Fredericia sono invece una piccola parte dei grandi nomi che prenderanno parte a questa edizione del 3 Days of Design. A rappresentare l’Italia, per fortuna, vi è un marchio che difende egregiamente il design nostrano.

 

Si parla ovviamente dell’italianissima FLOS, l’azienda fondata nel in 1962 a Merano da Dino Gavina e Cesare Cassina. È questa una delle aziende più affermate a livello internazionale nel mondo del design d’illuminazione, complice anche lo “scouting” di talento voluto dall’attuale presidente Sergio Gandini. Fu quest’ultimo che spostò la sede di FLOS da Merano a Bovezzo nel bresciano e che portò l’azienda a cercare, fin dai suoi albori, talenti che fossero capaci di creare vere e proprie opere d’arte giocando sulle forme e sulla sperimentazione di materiali nuovi e mai usati. È stato proprio questo mix di innovazione e di talenti diversi riuniti sotto il nome di un unico grande marchio che permise alla FLOS di espandersi e di affermarsi a livello globale già a partire dagli anni ’70.

 

Non a caso, fra i designer che hanno popolato le fila dell’azienda vanno annoverati anche i fratelli Castiglioni e Tobia Scarpa, artisti considerati universalmente dei maestri in questo campo. Ciò che contraddistingue un marchio come FLOS è la ricerca del nuovo, quasi dell’impossibile. Una sfida che ogni volta viene vinta senza troppi sforzi. Ogni creazione firmata dall’impresa guidata da Gandini tiene sulle spine tutto il mondo degli appassionati di design ed è capace di dettare nuovi trend e nuove tendenze nel mondo dell’illuminazione d’arredo. Un arredo che si fa prezioso come un gioiello nel caso delle creazioni a firma del designer cipriota Michael Anastassiades.

 

La sua creazione Arrangements richiama, infatti, oggetti di gioielleria, con forme geometriche regolari come quadrati, cerchi, triangoli e rombi, che si rivelano essere degli elementi luminosi dalle infinite combinazioni. Proprio come mostrato su Casa delle Lampadine, tutti gli elementi di Arrangements possono essere combinati e disposti proprio con quella stessa libertà con cui si sceglie di indossare e di abbinare preziosi diversi, richiamando quel concetto di personalizzazione oggi tanto ricercato nelle espressioni del sé, come può essere l’arredamento della casa in cui si vive.

 

Un ramo in cui FLOS si è distinta già dagli inizi degli anni ’90 quando lanciò le sue collezioni personalizzabili su larga scala. L’espansione dell’azienda è poi continuata negli anni, creando partnership e progetti che potessero rispondere alla sfida imposta dall’illuminazione architetturale e dalla creazione di installazioni luminose spettacolari.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami