Pubblicato elenco per accreditamento 5 per mille dell’anno 2012

lentepubblica.it • 9 Settembre 2014

Pubblicato il primo elenco delle disposizioni di pagamento per l’anno finanziario 2012

E’ disponibile l’elenco delle disposizioni di pagamento effettuate per i soggetti relativi al cinque per mille dell’anno 2012 con importo superiore a euro 500.000.

Per gli enti con contributo inferiore a euro 500.000, il Ministero del Lavoro  con nota del 29 agosto u.s. ha dato il nulla osta all’Agenzia delle Entrate per la predisposizione dell’ordinativo di pagamento dei contributi di cui all’elenco pervenuto lo scorso 11 agosto.

La legge 12 novembre 2011, n. 183, pubblicata sulla G.U. 265 del 14-11-2011 ha destinato le risorse complessive di  € 400.000.000,00 per l’erogazione del “5 per mille dell’Irpef” nel 2012.

Anche per l’esercizio finanziario 2012 si applicano le disposizioni contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 131 dell’8 giugno 2010.

Il 9 aprile 2014 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli elenchi degli ammessi e degli esclusi, con l’indicazione delle scelte e degli importi spettanti a ciascun beneficiario.

Il 5 per mille dell’anno finanziario 2012 verrà erogato nel corso del 2014 e nel 2015 dal Ministero del lavoro e p.s. per il tramite dell’Agenzia delle Entrate. L’Agenzia delle Entrate ha iniziato la trasmissione degli elenchi relativi ai pagamenti dei soggetti con coordinate bancarie (IBAN) valide. Gli elenchi degli enti per i quali è stato disposto il pagamento sono consultabili nel sottostante collegamento Elenco dei pagamenti effettuati.
1. L’Agenzia delle entrate, sulla base delle scelte operate dai contribuenti per ciascun anno finanziario, trasmette al Ministero dell’economia e delle finanze, i dati occorrenti a stabilire gli importi delle somme che spettano a ciascuno dei soggetti a favore dei quali i contribuenti hanno effettuato una valida destinazione della quota del cinque per mille della loro imposta sui redditi delle persone fisiche.

2. Le somme da stanziare per la corresponsione del cinque per mille sono iscritte in bilancio sull’apposito Fondo dello Stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze.

3. La corresponsione a ciascun soggetto delle somme spettanti, sulla base degli elenchi all’uopo predisposti dall’Agenzia delle entrate, è predisposta dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali per i soggetti del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale;

4. L’ente beneficiario non ha diritto alla corresponsione del contributo qualora, prima dell’erogazione delle somme allo stesso destinate, risulti di aver cessato l’attività o di non svolgere più l’attività’ che da’ diritto al beneficio.

5. Ai sensi del DPCM 23 aprile 2010 art. 11 comma 7 non vengono erogate le somme di importo complessivo inferiore a 12 euro.

Con riferimento a due enti beneficiari di contributi superiori ai 500.000 euro, al momento non   inseriti in elenco, ci si riserva di pubblicare a breve ulteriori aggiornamenti.

  • Per gli enti con contributo inferiore a euro 500.000 l’Agenzia delle Entrate ha trasmesso al Ministero del lavoro in data 11 agosto u.s. l’elenco dei beneficiari con coordinate bancarie valide. Il nulla osta ministeriale, sulla base del quale l’Agenzia predispone l’ordinativo per il pagamento, è stato fornito con nota del 29 agosto u.s.

Raccomandazioni

  • Si invitano gli enti a verificare l’esattezza delle coordinate di accredito del 5 per mille e in caso di mancato accredito per problemi di IBAN comunicare le nuove coordinate esclusivamente alla sede territoriale dell’Agenzia delle Entrate (non al Ministero del Lavoro). La Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate trasmetterà al Ministero un successivo elenco con le coordinate rettificate degli storni dei pagamenti non andati a buon fine.

Si ricorda che:

  •  le somme percepite vanno rendicontate entro un anno dalla data di erogazione (DPCM 23 aprile 2010 art. 12), utilizzando il modello e sulla base delle istruzioni contenute nelle linee guida del Ministero del Lavoro e pubblicate sul sito istituzionale nell’ultima versione disponibile, predisponendo altresì la relativa relazione illustrativa;

I rendiconti relativi  a contributi di importo pari o superiore a 20.000 euro dovranno essere trasmessi, unitamente alla  prescritta relazione illustrativa e ad eventuali allegati, alla Direzione Generale del Terzo Settore – Divisione I – Via Fornovo, 8 – 00192 Roma entro i 30 giorni successivi, esclusivamente con raccomandata A/R.

 

Consulta l’allegato: Elenco 5 per mille, accreditamento anno 2012

 

FONTE: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

 

5-x-mille

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami