fbpx

A Napoli parte Ci.ro, non solo car sharing

lentepubblica.it • 24 Febbraio 2014

 

Ottimizzare il traffico cittadino napoletano rendendolo più sostenibile grazie a servizi di mobilità rispettosi dell’ambiente. Sono questi gli obiettivi del progetto di ricerca “Ci.Ro”, acronimo in salsa napoletana di “City roaming”, progetto di nuova mobilità urbana sviluppato da “Napoli Città Intelligente”.
La fase di sperimentazione comincerà il 1° marzo e terminerà a maggio 2015, periodo durante il quale saranno chiamate a concorrere 600 persone alla volta per periodi di due mesi, reclutate attraverso i social network e che faranno da tester. Il progetto è patrocinato dal Comune di Napoli e finanziato dal Miur nell’ambito del Quadro strategico nazionale 2007-2013 – Pon Ricerca e competitività.

I partner – Per la realizzazione del progetto l’associazione si p avvalsa anche delle attività e tecnologie dei partner Abb, Renault e Vodafone. City Roaming è frutto di un piano di ricerca tra il Miur e Napoli Città Intelligente che ha portato alla messa a punto di un sistema del tutto nuovo, che non ha precedenti sul mercato e che costituisce un’innovazione sostanziale nella gestione dei servizi di pubblica amministrazione a km zero, delle variabili di traffico urbano e della gestione dei sistemi di condivisione di veicoli elettrici.

Quattro chioschi multimediali – Al centro del progetto ci sono quattro Ci.Ro Point, chioschi multimediali dislocati in diversi quartieri della città ed equipaggiati con totem interattivi, presso i quali è possibile non soltanto registrarsi ed accreditarsi per i servizi di condivisione veicoli (9 autovetture e 3 van), acquisendo il badge in tempo reale, ma anche richiedere ed ottenere a km zero specifici permessi amministrativi, attualmente di competenza della Napoli Holding. In una prima fase l’utente potrà procurarsi, con l’ausilio di un operatore a video e registrazione real time, i permessi di sosta per i residenti, eliminando l’onere di recarsi fisicamente presso l’ufficio dell’ente e riducendo del tutto il peso della carta.

Infomobilità in real time  – Presso i Ci.Ro Point sono installati complessivamente 24 punti presa. I veicoli sono equipaggiati con un innovativo software di navigazione e di infomobilità, appositamente sviluppato, che consente di razionalizzare la circolazione in città unendo alle tradizionali funzioni di navigazione un inedito sistema per l’ottimizzazione dei tempi di viaggio, mediante l’individuazione veloce di punti d’interesse come luoghi turistici culturali, shopping, ristoranti o alberghi, nella logica di valorizzazione delle risorse del territorio. L’utente potrà inoltre prenotare il veicolo tramite una specifica app scaricabile sullo smartphone, con la possibilità di essere guidato verso il point e visualizzando su mappa lo stato dei veicoli disponibili. Le vetture del van e del car sharing possono accedere alle zone a traffico limitato ed essere parcheggiate liberamente negli stalli e nei parcheggi in struttura Napoli Holding. La previsione e l’obiettivo del progetto è la riduzione dell’inquinamento acustico e ambientale.

de Magistris: Una sfida per la città – “Abbiamo ragione di ritenere – afferma il sindaco di Napoli Luigi de Magistris – che nei prossimi anni ci saranno finanziamenti europei molto significativi in questo settore e quindi noi ci dobbiamo far trovare assolutamente pronti a gestire risorse certe che vanno programmate, realizzate e rendicontate in tempi brevi. Quindi anche da questo punto di vista il progetto Ci.Ro. è una sfida per farci trovare pronti nella programmazione che si sta definendo in questi giorni e in questi mesi”.

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami