lentepubblica

Abbattimento barriere architettoniche 2022: alcuni chiarimenti

lentepubblica.it • 6 Ottobre 2022

abbattimento-barriere-architettoniche-2022L’Agenzia delle Entrate, nella risposta ad interpello 444/2022 ha fornito alcuni interessanti chiarimenti in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche per il 2022.


Nel caso in esame una Società proprietaria di tre immobili regolarmente concessi in locazione, classificati tra i beni strumentali per natura, aveva chiesto se era legittimo usufruire della detrazione del 75% sui lavori per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Pertanto l’interrogativo è volto a scoprire se queste agevolazioni possono essere fruite anche sugli immobili locati dalle imprese.

Abbattimento barriere architettoniche 2022: chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

Secondo l’Agenzia delle Entrate, considerato che la norma in commento non pone alcun ulteriore vincolo di natura soggettiva od oggettiva al riconoscimento del beneficio, rispetto all’esistenza degli immobili oggetto di intervento, si deve ritenere che l’ambito applicativo dell’agevolazione sia da intendersi in senso ampio, atteso che la norma intende favorire alcuni interventi funzionali ad abbattere le barriere architettoniche.

Ne consegue che, la detrazione qui in esame spetta ai titolari di reddito d’impresa che effettuano gli interventi su immobili da essi posseduti o detenuti, a prescindere dalla qualificazione di detti immobili come strumentali“, beni merce opatrimoniali“.

L’Agenzia delle Entrate precisa inoltre che la nuova agevolazione si aggiunge alla detrazione già prevista – nella misura del 50 per cento – per gli interventi per l’abbattimento e l’eliminazione delle barriere architettoniche. A differenza di quest’ultima, non è vincolata all’effettuazione degli interventi “ trainanti“.

La detrazione spetta anche per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche nonché in caso di sostituzione dell’impianto, per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito.

Ai fini dell’accesso alla detrazione, gli interventi devono rispettare i requisiti in materia di prescrizioni tecniche necessari a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche.

Il testo completo della risposta ad interpello dell’Agenzia delle Entrate

Potete consultare qui di seguito il documento completo.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments