fbpx

Acquisti in rete PA: una guida completa all’uso del mercato elettronico

lentepubblica.it • 24 Giugno 2019

acquisti-in-rete-paIl portale acquisti in rete PA è utile per migliorare gli acquisti pubblici di beni e servizi ottimizzando la spesa pubblica, semplificando i processi di fornitura e di acquisto in modo innovativo e trasparente.


Il programma per gli acquisti in rete PA, realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze tramite Consip S.p.A., segue le Amministrazioni nella gestione del cambiamento dei loro processi di acquisto.

Ecco qui di seguito una breve guida a tutto quello che è necessario sapere.

Acquisti in Rete PA

È nato nel 2000 con l’obiettivo di razionalizzare e rendere più efficienti gli acquisti pubblici, quindi porta avanti una vera e propria rivoluzione nel mondo degli appalti pubblici in un processo di modernizzazione nel modo di concepire il public procurement (appalti pubblici).

Il portale acquisti in rete della Pubblica Amministrazione permette di ottimizzare gli acquisti pubblici di beni e servizi razionalizzando la spesa pubblica e semplificando i processi di fornitura e di acquisto in modo innovativo e trasparente

La Piattaforma acquisti in rete PA rappresenta il punto principale del programma e permette:

  • un unico punto di accesso a tutti gli strumenti di acquisto e negoziazione,
  • un ambiente di interazione tra la stazione appaltante e le imprese seguendo i principi di trasparenza, sicurezza e integrità dei dati.

Sono stati ideati e sviluppati strumenti di acquisto e servizi d’avanguardia quali:

  • Procedure di acquisto interamente telematiche (convenzioni, accordi quadro);
  • Strumenti negoziazione (mercato elettronico, sistema dinamico);
  • Piattaforma in ASP, Azienda Servizi Pubblici S.p.a.

Che cos’è il MePA (mercato elettronico della P.A.)?acquisti-in-rete-pa-strumenti

Il MePA è un mercato digitale in cui le Amministrazioni possono acquistare beni, servizi e lavori di manutenzione offerti dai fornitori abilitati, per importi inferiori alla soglia comunitaria.

Le Amministrazioni hanno a disposizione un ventaglio di prodotti o servizi offerti da una pluralità di fornitori. Il Mercato elettronico è aperto a tutti gli operatori economici che soddisfino i criteri di abilitazione. Ha diversi vantaggi sia per le amministrazioni che per i fornitori.

I primi possono beneficiare di:

  • Risparmio di tempo sul processo di acquisizione di beni e servizi;
  • Trasparenza e tracciabilità dell’intero processo d’acquisto;
  • Aumento della possibilità di scelta, quindi opportunità di confrontare prodotti/servizi offerti da fornitori presenti su tutto il territorio nazionale;
  • Le esigenze specifiche sono soddisfatte grazie ad un’ampia gamma di prodotti disponibili e alla possibilità di emettere richieste di offerta.

I fornitori invece hanno la possibilità di usufruire dei seguenti vantaggi:

  • Diminuzione dei costi commerciali e ottimizzazione dei tempi di vendita;
  • Accesso al mercato della P.A. su tutto il territorio nazionale;
  • Valorizzazione della propria impresa anche di piccole dimensioni;
  • Concorrenzialità e confronto diretto con il mercato di riferimento.

In questo articolo abbiamo trattato sinteticamente di tutte le novità del nuovo portale.

questo link il file completo della guidascaricabile in formato PDF.

Quali sono i requisiti per accedere al MePA?

Per accedere ai servizi offerti dal MePA le imprese necessitano di precisi requisiti. Prima di tutto devono essere iscritti alla Camera di Commercio. Si possono abilitare al MePA i soggetti singoli o in forma “aggregata”. Tra questi ultimi sono ammessi a richiedere l’abilitazione alcune categorie:

  • i consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro e i consorzi tra imprese artigiane;
  • i consorzi stabili, anche in forma di società consortili tra imprenditori individuali, artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro;
  • le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete dotate di organo comune e di soggettività giuridica.

Non sono invece ammessi a richiedere l’abilitazione:

  • raggruppamenti temporanei di imprese;
  • consorzi ordinari di concorrenti;
  • la rete di imprese priva di soggettività giuridica, o priva di potere di rappresentanza o reti sprovviste di organo comune.

L’abilitazione comunque è possibile sia che partecipino con la propria struttura d’impresa sia che partecipino con le proprie consorziate.

Per aiutare le imprese ad abilitarsi, Consip e Confesercenti hanno attivato sul territorio uno sportello al quale le imprese possono rivolgersi per ricevere spiegazioni sulle modalità di utilizzo del Mercato Elettronico, per presentare la domanda di abilitazione e per essere assistite anche in seguito ad operare sul Mercato Elettronico.

La collaborazione con Confesercenti è stata avviata nel 2013 proprio per creare una rete di supporto nell’utilizzo dei sistemi per le imprese che vogliono accedere al mercato della Pubblica Amministrazione.

acquisti-in-rete-pa-iscrizione

Acquisti in Rete PA login: come registrarsi e come accedere

Per usufruire dei servizi descritti è necessario iscriversi alla piattaforma degli acquisiti in rete, attraverso due fasi:

  1. Nella prima, Registrazione Base, si devono indicare i dati personali relativi all’impresa e un indirizzo di posta elettronica. Sarà necessario anche specificare l’ambito di apparenza (UE o no), la partita IVA e una password da associare al nome utente e formata da otto caratteri alfanumerici;
  2. Nella seconda, ovvero Abilitazione Mepa fornitori, finalizzata all’abilitazione al bando prescelto. A portarla avanti sarà in questo caso il legale rappresentante dell’azienda, dotato di firma digitale.

Registrazione base

Nel modulo della Registrazione base, si devono solo inserire salcune informazioni personali e selezionare la Pubblica Amministrazione o l’impresa di appartenenza.

Al termine della Registrazione base si ottengono:

  • codice utente e password per passare alla fase successiva (Abilitazione)
  • si accede al proprio Cruscotto
  • si riceverà la Newsletter Acquisti in Rete

Dopo che l’utente avrà scelto l’ente di appartenenza e la password, il sistema assegnerà un nome utente automatico e invierà una mail allo stesso utente per chiedergli di completare la registrazione.

Per attivarla, è necessario cliccare sul link contenuto nella mail, altrimenti la registrazione non andrà a buon fine.

Abilitazione

Chi ha già effettuato la registrazione base, può inserire utente e password e selezionare nel Cruscotto il ruolo per il quale ci si deve abilitare.

Una P.A., puo abilitarsi come:

  • Punto ordinante o Punto istruttore per fare acquisti per la tua Amministrazione
  • Operatore di Verifica per utilizzare il servizio Verifica degli Inadempimenti

Un’Impresa può:

  • abilitarsi come Legale rappresentante
  • partecipare a un’iniziativa di interesse nella vetrina dei bandi, definendo il  proprio ruolo (Legale rappresentante o Operatore delegato) all’interno della procedura.

Ricordiamo che per abilitarsi come Punto ordinante o come Legale rappresentante si deve possedere una firma digitale.

In questa fase viene stampato il cosiddetto documento di abilitazione, che dovrà essere sottoscritto in ogni sua parte e corredato di firma digitale, in modo da conferirgli valore legale.

Alla fine non resta che inviare il documento alla Consip, la centrale che provvede agli acquisti per conto della Pubblica Amministrazione. Solo dopo che Consip avrà dato parere positivo l’azienda potrà effettivamente iniziare il suo percorso all’interno del mercato virtuale.

Login

Una volta iscritti al Portale degli Acquisti in rete PA, si potrà effettuare il primo accesso effettivo al portale.

Basterà inserire l’utenza e la password precedentemente utilizzati per l’abilitazione nella finestra di login: da adesso in poi sarà possibile ufficialmente acquistare all’interno del Portale Acquisti in Rete PA.

Come acquistare sul MePA?come-acquistare-sul-mepa

Il MePA rappresenta una valida opportunità per le PA, le imprese e gli imprenditori, proprio perché, come abbiamo visto, possono verificare e confrontare on line l’acquisto e vendita di merci e servizi.

Attraverso la vetrina del portale le imprese possono visualizzare se tra i bandi attivi è presente uno che fa al caso loro.

A questo punto l’impresa scarica online il bando con la documentazione e invia la richiesta di partecipazione.

Lo strumento di ricerca sul portale va ad individuare tutte le offerte di catalogo presenti sul MePA che contengono nella descrizione le parole esatte ricercate.

I bandi sono suddivisi per categoria merceologica e adatti quindi al proprio raggio di azione.

Le aziende che partecipano al Mepa sono obbligate a corrispondere il bene o il servizio per cui si propongono solo nel caso la gara sia caratterizzata dal cosiddetto Importo Minimo di Consegna. Il limite cui il fornitore del bene o del servizio è obbligato a rispondere per quanto concerne l’effettuazione della consegna e le condizioni economiche.

Ci sono due modalità di acquisto sul MePA:

  • l’ordine diretto di acquisto (ODA), che avviene direttamente sul catalogo prendendo spunto dalle proposte delle aziende con un contatto diretto uno ad uno;
  • la Richiesta di Offerta (RdO), nella quale le aziende pubbliche interessate inviano una richiesta a presentare l’offerta su una precisa richiesta. Lo possono fare tutte le aziende indicate, è una gara chiusa ma a cui possono accedere tutte le aziende invitate e/o appartenenti alla categoria.

Acquisti in Rete PA: tabella Obblighi/Facoltà

Sul portale del MEPA (e noi lo riportiamo all’interno del nostro articolo) esiste una tabella di obbligo/facoltà (aggiornata a Gennaio 2019) per cui si delijnea un quadro sinottico della normativa statale in tema di obblighi e facoltà di ricorso agli strumenti di acquisto e di negoziazione del Programma di razionalizzazione degli acquisti della Pubblica Amministrazione.

Attraverso la tabella, gli utenti hanno la possibilità di individuare la normativa applicabile in base alla categoria merceologica a cui appartengono i beni o servizi oggetto di acquisto, alla propria categoria di appartenenza (amministrazione centrale, ente del servizio sanitario nazionale, amministrazione territoriale, etc..) e alla classe di importo.

A questo link potete trovare la TABELLA OBBLIGO/FACOLTA’ del MEPA completa, per ottenere tutte le informazioni utili in merito.

acquisti-in-rete-pa-inadempimentiAcquisti in Rete, verifica inadempimenti

Il Servizio Verifica Inadempimenti, gestito dall’Agenzia delle entrate-Riscossione, consente a tutte le Amministrazioni pubbliche di accertare – prima di effettuare il pagamento – se il beneficiario del pagamento sia inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento.

Tale disposizione si applica a far data dal 1° marzo 2018 ai pagamenti di somme di importo superiore a cinquemila euro (per effetto delle modifiche introdotte dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205).

Per facilitare l’espletamento degli obblighi di legge, il Servizio Verifica Inadempimenti consente di eseguire contemporaneamente la verifica su più beneficiari di pagamento.

Per poter accedere alla procedura, i soggetti pubblici, tenuti a effettuare le verifiche secondo quanto dettato dall’art. 48-bis DPR 602/73, devono dotarsi di propri sistemi informatici in grado di estrarre i dati dei pagamenti da sottoporre a
verifica e predisporli in file con formato e tracciato standard, conformi ai requisiti tecnici descritti nel documento “Verifica massiva inadempimenti – linee guida per operatori di verifica“.

Acquisti in rete CONSIP: la società incaricata dello sviluppo iniziative

Consip, società del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è incaricata dello sviluppo delle iniziative del Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Svolge un ruolo fondamentale nell’attuazione del programma garantendo:

  • Riduzione dei costi e delle difformità di prezzo a livello geografico per le PA;
  • Dematerializzazione delle procedure di gara e abbreviazione delle tempistiche di procedimento;
  • Offerta merceologica vasta, flessibile e diversificata;
  • Innovazione merceologica e di processo nel mercato della fornitura;
  • Trasparenza e semplificazione delle procedure di acquisto;
  • Nuovi canali di accesso alla domanda pubblica per le imprese;
  • Sviluppo di nuove modalità di approvvigionamento.

Acquisti in Rete, convenzioni

Tramite Consip sono anche stipulate svariate convenzioni per gli Acquisti in Rete PA.

Le convenzioni sono contratti stipulati da Consip, per conto del Ministero dell’Economia e Finanze, che consentono alle Amministrazioni di effettuare acquisti direttamente dai fornitori aggiudicatari delle gara, alle condizioni e ai prezzi stabiliti, fino al raggiungimento del quantitativo o dell’importo complessivo definito. Gli acquisti in convenzione possono essere al di sotto o al di sopra della soglia comunitaria.

Tale modalità di acquisto, più idonea per approvvigionamenti di beni e servizi con caratteristiche standard, permette di ottenere rilevanti economie di scala sia in termini di processo sia di risparmio sugli acquisti.

Come funziona la Convenzione?

L’utente può trovare il prodotto/servizio che gli interessa accedendo alla Vetrina delle Convenzioni o navigando sul catalogo prodotti.

Per ogni singola iniziativa attiva, potrà consultare tutta la documentazione e verificare la quantità dei prodotti/servizi disponibili.

La procedura prevede due step:

  1. Consip pubblica il bando di gara e stipula il contratto con i fornitori
  2. Le Amministrazioni emettono ordini diretti, alle condizioni e ai prezzi stabiliti in Convenzione, inviati telematicamente direttamente ai fornitori

I vantaggi delle Convenzioni

Per le Amministrazioni:

  • Semplificazione del processo di acquisto
  • Riduzione dei costi unitari e dei tempi di approvvigionamento
  • Abbattimento dei costi legati alla gestione dei contenziosi
  • Aumento della trasparenza e della concorrenza
  • Incremento della qualità della fornitura di prodotti/servizi

Per i Fornitori:

  • Accesso al mercato della P.A. con un elevato potenziale di vendita
  • Fornitura dei propri prodotti/servizi per più Amministrazioni con un’unica gara
  • Garanzia di un processo negoziale improntato alla massima trasparenza

I numeri del programma Acquisti in Rete PA

Chiudiamo fornendo alcune statistiche sul programma, aggiornati agli ultimi dati disponibili per un anno intero, vale a dire per l’anno 2018.

Il valore di Acquisti in Rete può essere rappresentato grazie agli indicatori più significativi per il 2018 e ai principali trend rispetto al triennio precedente.

Utenti abilitati

P.A. e imprese abilitate nel 2018 per l’utilizzo degli strumenti di acquisto, in crescita rispetto al 2016.

Utenti abilitati

Contratti

Numero delle transazioni effettuate nel corso del 2018 per tutti gli strumenti.

Utenti abilitati

 

Valore dei contratti

Valore complessivo dei contratti conclusi nel 2018 per tutti gli strumenti, in crescita rispetto al 2016.

Valore

 

 

Fonte: articolo di Mariangela De Pasquale
avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami