fbpx

Acquisti in Rete PA, al via la rilevazione dei fabbisogni

lentepubblica.it • 6 Marzo 2018

acquisti in rete paAcquisti in Rete PA: è partita ufficialmente la rilevazione dei fabbisogni per beni e servizi, così come previsto dalla Legge Finanziaria 2008 (art. 2 comma 569).


Acquisti in Rete PA rilevazione fabbisogni per beni e servizi è partita ufficialmente, così come previsto dalla Legge Finanziaria 2008. Le Amministrazioni statali centrali e periferiche – a esclusione degli istituti e scuole di ogni ordine e grado, delle istituzioni educative e delle istituzioni universitarie – procedono annualmente alla previsione annuale dei fabbisogni per beni e servizi, così come previsto dalla Legge Finanziaria 2008 (art. 2 comma 569).

 

La rilevazione ha l’obiettivo di valutare i fabbisogni di beni e servizi al fine di:

 

  • orientare lo sviluppo di iniziative di acquisto che rispondano sempre meglio alle esigenze delle Amministrazioni
  • verificare la coerenza con le disponibilità finanziarie
  • eliminare duplicazioni e sprechi
  • ottenere economie di scala attraverso l’utilizzo degli strumenti del Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

 

Anche nel 2018 la rilevazione della previsione annuale dei fabbisogni sarà effettuata nell’ambito del Sistema del Ciclo degli Acquisti Integrato (SCAI) della Ragioneria Generale dello Stato. La data di avvio della nuova rilevazione è stata il 5 marzo 2018 e si concluderà dopo 30 giorni solari.

 

In questo articolo abbiamo trattato delle modifiche apportate al nuovo portale MEPA per gli acquisti in rete della PA.

Istruzioni di compilazione

 

La previsione dei fabbisogni

 

  • deve essere espressa in valore economico (compresa I.V.A.) e deve trovare coerenza con gli stanziamenti di bilancio*
  • è espressa a livello di Centri di Responsabilità
  • è riferita alla totalità dei beni e servizi da acquistare (compreso l’acquisto di beni con risorse stanziate per spese di investimento), ad esclusione di beni e servizi per i cui contratti non trova applicazione il D. Lgs. 163/2006
  • è ricondotta al terzo livello del Piano dei Conti della contabilità economica analitica dello Stato previsto dal D. Lgs. 279/97 ed aggiornato con D.M. n. 66233 dell’8 giugno 2007

 

Gli utenti che devono operare nell’ambito della rilevazione della Previsione Annuale dei Fabbisogni sono:

 

  • Il Compilatore del Centro di Responsabilità: è responsabile della raccolta e compilazione dei fabbisogni per il Centro di Responsabilità (CdR) di competenza, su disposizione del Referente CdR. Per ogni CdR esiste un solo profilo di Compilatore CdR.
  • Il Referente del Centro di Responsabilità: è il responsabile del Centro di Responsabilità (CdR) o un suo diretto delegato. Il Referente CdR deve effettuare la validazione in quanto responsabile della previsione annuale dei fabbisogni per il CdR di competenza. Per ogni CdR esiste un solo profilo di Referente CdR.

 

*Si ricorda che il sistema consentirà di inserire importi di fabbisogno superiori agli stanziamenti dei capitoli di bilancio.

 

In questo caso, al salvataggio di ogni inserimento, il sistema invierà all’utente Compilatore del CdR un messaggio di avviso relativo ai disallineamenti tra fabbisogno e stanziamenti. In fase di validazione, si aprirà una casella di testo in cui l’utente Referente del CdR dovrà indicare, in modo puntuale, le risorse finanziarie disponibili sul bilancio che il CdR intende utilizzare per la copertura del fabbisogno eccedente lo stanziamento, mantenendo quindi inalterato il totale complessivo delle risorse assegnate.

 

Fonte: MEPA - Acquisti in Rete PA
avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami