fbpx

Ad inizio Novembre termina la tregua fiscale anche per le popolazioni alluvionate

lentepubblica.it • 28 Ottobre 2014

Nessuna procedura o modulo ad hoc da studiare per l’occasione. Modalità di esecuzione, versamenti, modelli, dichiarazioni, codici tributo “ordinari” per recuperare l’intervallo.

Finisce il periodo di pausa relativo agli adempimenti e ai versamenti tributari sospesi, dal 17 gennaio al 31 ottobre 2014, a causa degli eventi alluvionali che hanno interessato lo scorso inverno alcune zone del modenese e del Veneto (articolo 3, comma 3, del Dl 4/2014, convertito con modificazioni dalla legge 50/2014).

Il prossimo 3 novembre (1 e 2 novembre sono festivi) segna la fine del periodo di stop e residenti, sostituti d’imposta e imprese con sede operativa nei comuni coinvolti, beneficiari dell’interruzione, dovranno rimettersi in linea con gli obblighi lasciati in standby. A prevederlo il provvedimento direttoriale del 27 ottobre dell’Agenzia delle Entrate.

In particolare, la “chiamata” è per i contribuenti della provincia di Modena colpiti dall’alluvione del 17 e 19 gennaio scorsi e già danneggiati dal sisma del 2012 (Bastiglia, Bomporto, San Prospero, Camposanto, Finale Emilia, Medolla, San Felice sul Panaro), dei territori del Veneto al centro dei particolari eventi atmosferici verificatisi tra il 30 gennaio e 18 febbraio 2014 (articolo 3, comma 1-bise allegato 1-bis al Dl 4/2014), e, infine, delle frazioni di San Matteo, Albereto, La Rocca e Navicello situate nel territorio del comune di Modena.
Per quanto riguarda le ultime due aree territoriali, l’articolo 3, comma 4, del Dl 4/2014, prevede la sospensione dei tributi e degli adempimenti subordinata alla richiesta del danneggiato, nella quale il contribuente doveva dichiarare l’inagibilità dell’abitazione, dello studio professionale o dell’azienda, causata dall’alluvione e accertata dall’autorità comunale.

Routine, per versamenti, adempimenti e dichiarazioni
Il provvedimento odierno precisa che per effettuare i versamenti sospesi devono essere utilizzati i modelli e i codici tributo ordinariamente previsti per il tipo di tributo in pagamento.

Nessuna procedura “speciale” neanche per l’esecuzione degli adempimenti tributari scaduti tra il 17 gennaio e il 31 ottobre 2014. Le modalità sono quelle normalmente prescritte per l’operazione.

Le dichiarazioni fiscali non presente a causa dell’interruzione, devono essere trasmesse direttamente dal contribuente o tramite gli intermediari abilitati, utilizzando i modelli previsti per il periodo d’imposta cui si riferiscono.

 

FONTE: Fisco Oggi – Rivista Telematica dell’Agenzia delle Entrate

 

 

sospensione dei tributi

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami