lentepubblica

Analisi acqua potabile per uso umano: come fare richiesta

lentepubblica.it • 27 Marzo 2020

analisi-acqua-potabile-uso-umanoA chi compete l’analisi delle acque potabili per uso umano?


Analisi acqua potabile per uso umano. La qualità dell’acqua destinata al consumo umano è disciplinata dal Decreto Legislativo n.31 del 2001, che recepisce la Direttiva 98/83/CE e che si applica a tutte le acque destinate all’uso potabile, per la preparazione di cibi e bevande, sia in ambito domestico che nelle imprese alimentari, a prescindere dalla loro origine e dal tipo di fornitura.

La dizione “qualità dell’acqua destinata al consumo umano” implica

  • oltre all’uso potabile
  • anche il contatto dell’acqua con il corpo umano durante le varie pratiche di lavaggio.

Tenendo conto sia della popolazione media, adulta e sana, che delle fasce sensibili quali bambini, anziani e malati.

L’attuazione, perciò, di tutte le disposizioni descritte nella norma ed il rispetto dei valori di parametro dell’allegato I, nel punto in cui le acque sono messe a disposizione del consumatore, determinano la valutazione di “idoneità” dell’acqua al consumo umano in condizioni di sicurezza per l’intero arco della vita.

I parametri e i valori massimi consentiti, di cui all’allegato I, sono in genere fondati sugli orientamenti stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e sul parere del comitato scientifico della Commissione Europea.

Mentre, valori più restrittivi e parametri supplementari, ad esempio “clorito” e “vanadio”, sono determinati dall’Istituto Superiore di Sanità, sentito il Consiglio Superiore di Sanità.

Analisi acqua potabile per uso umano: a chi compete e come fare richiesta

L’analisi dell’acqua, intesa come alimento, compete all’Azienza Sanitaria Locale (ASL). La richiesta di verifica dei parametri chimici e batteriologici, va dunque inoltrata alla ASL territorialmente competente.

Convenzioni a carattere locale possono talvolta coinvolgere nel processo analitico i laboratori dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente ARPA. Ma il titolare del procedimento rimane l’ASL.

 

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Cristina Manfredi
Cristina Manfredi
28 Marzo 2020 20:55

Non ho capito come si fa la richiesta

Silvia Manghi
Silvia Manghi
31 Marzo 2020 16:13

Abito in zona sprovvista di acquedotto ,all AUSL debbo pagare ugualmente l analisi. Grazie