La guerra dell’Antitrust al cartone ondulato: maxi multa per le aziende del settore

lentepubblica.it • 7 Agosto 2019

antitrust-cartone-ondulatoMulta alle aziende, dall’Antitrust, del cartone ondulato. La motivazione? Violazione del principio di concorrenza. E la sanzione è pesantissima.


Maximulta da parte dell’Antitrust alle principali imprese produttrici di cartone ondulato. Riconosciute colpevoli insieme alla loro associazione di categoria “di intese distorsive della concorrenza volte a distorcere le dinamiche concorrenziali rispettivamente nel mercato dei fogli in cartone ondulato e nel mercato degli imballaggi in cartone ondulato”.

Antitrust e cartone ondulato: multa salata

Coinvolte le principali imprese produttrici di fogli ed imballaggi in cartone ondulato, nonché della relativa associazione di categoria Gruppo Italiano Fabbricanti Cartone Ondulato (GIFCO), le quali sono state sanzionate complessivamente per oltre 287 milioni di euro.

L’istruttoria è stata avviata in seguito all’invio di una segnalazione da parte dell’associazione di categoria degli scatolifici non verticalmente integrati (ACIS) e alla presentazione di una domanda di clemenza (leniency) da parte delle società del gruppo DS Smith.

Le aziende sanzionate

Ecco i nomi delle aziende sanzionate:

  • Pro-Gest S.p.A.,
  • Cartonstrong Italia S.r.l.,
  • Ondulato Trevigiano S.r.l.,
  • come anche l’Ondulati Maranello S.p.A.,
  • e anche la Plurionda S.p.A.,
  • o anche la Laveggia S.r.l.,
  • Scatolificio Laveggia S.p.A.,
  • Ondulati Santerno S.p.A.,
  • Smurfit Kappa Italia S.p.A.,
  • Innova Group S.p.A.,
  • Innova Group Stabilimento di Caino S.r.l.,
  • Adda Ondulati Società per Azioni,
  • Imballaggi Piemontesi S.r.l.,
  • Ondulati Nordest S.p.A.,
  • Ondulati ed Imballaggi del Friuli S.p.A.,
  • Ondulato Piceno S.r.l.,
  • ICOM S.p.A.,
  • Ondulati del Savio S.r.l.

Nel corso del procedimento, l’Autorità si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

In applicazione del proprio programma di clemenza (leniency programme), l’Autorità ha inoltre attribuito il beneficio dell’immunità totale dalla sanzione a favore delle società del gruppo DS Smith che, in qualità di leniency applicant, hanno così evitato l’imposizione di una sanzione superiore a 70 milioni di euro.

Inoltre, sempre in applicazione del programma di clemenza, l’Autorità ha attribuito ai successivi leniency applicant – la società Ondulati Nordest S.p.A. e le società del gruppo Pro-Gest – il beneficio della riduzione della sanzione rispettivamente del 50% e del 40%.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami