Antitrust, multa alla Sony per vendita PS4 con pratiche scorrette

lentepubblica.it • 15 Gennaio 2019

antitrust-multa-sony-vendita-ps4L’Antitrust ha comminato una multa alla Sony per la vendita della PS4: scorretta la pratica e informazioni non chiare sullo store ufficiale per acquistarla in Rete e sull’abbonamento per giocare in gruppo online.


L’istruttoria dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) è stato messo in evidenzanel Bollettino settimanale.

 

Il procedimento concerne il comportamento posto in essere dal professionista nella promozione e vendita della console PlayStation 4 e dei videogiochi tramite il PlayStation Store, con riferimento alla carenza e/o omissione di informazioni circa la necessità di dover sottoscrivere l’abbonamento a pagamento PlayStation Plus per poter giocare in modalità multiplayer online con altri giocatori.

 

Per l’Autorità la carenza informativa concerne, in primo luogo, la confezione del prodotto PlayStation 4, in cui l’informazione relativa alla necessità dell’abbonamento a pagamento PlayStation Plus per poter giocare in modalità multiplayer online non è messa a disposizione del consumatore in  maniera chiara e immediatamente percepibile, dal momento che essa viene riportata, con un carattere molto piccolo e di difficile lettura, soltanto nella parte posteriore della confezione.

 

In secondo luogo, la carenza e/o omissione delle informazioni fornite riguarda anche il processo di acquisto a distanza di videogiochi tramite l’applicazione Playstation Store a cui si può accedere dalla console Playstation 4, dal sito internet del gruppo (//store.playstation.com/it-it) e dall’App dedicata per Smartphone.

 

Durante il processo di acquisto non risulta evidenziata, in maniera chiara e sin dal primo contatto, la circostanza che sia necessario l’abbonamento a pagamento PlayStation Plus per poter utilizzare il videogioco in modalità multiplayer online.

 

La multa dell’Antitrust

 

Per questi motivi, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha espresso, pertanto, il proprio parere nel senso che il mezzo internet sia uno strumento idoneo a influenzare significativamente la realizzazione della pratica commerciale oggetto del procedimento, considerato che tale mezzo è una rete di comunicazione globale, in grado di offrire velocemente all’utente una vasta sequenza di potenziali informazioni atte ad influenzarne il comportamento.

 

L’Autorità ha deciso di determinare l’importo della sanzione amministrativa pecuniaria applicabile in solido alle società Sony Interactive Entertainment Europe Limited, Sony Interactive Entertainment Network Europe Limited e Sony Interactive Entertainment Italia S.p.A. nella misura di 2.000.000 € (due milioni di euro).

 

Fonte: AGCM - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
avatar
  Subscribe  
Notificami