Appalti, si può sostituire un commissario di gara?

lentepubblica.it • 13 Dicembre 2017

pass oe appaltiE’ possibile sostituire uno dei Commissari di gara?


Appalti, si può sostituire un commissario di gara? Ecco la risposta alla possibile sostituzione di uno dei Commissari di gara.

 

Nell’ordinamento vigente, pur non esistendo un principio di assoluta immodificabilità delle commissioni giudicatrici delle gare pubbliche di appalto, si ammette la deroga essenzialmente in caso di indisponibilità da parte di un commissario a svolgere le proprie funzioni, possibilmente in fase antecedente all’inizio delle operazioni valutative.

Appalti, si può sostituire un commissario di gara?

 

La sua competenza, al momento in cui gli è stato attribuito l’incarico, derivava dall’essere dirigente del Settore Amministrazione Generale della Regione e certamente non può ritenersi essere istantaneamente venuta meno dopo che è stato assegnato ad un diverso ufficio dirigenziale, in pendenza del procedimento di gara, e peraltro nella fase conclusiva della stessa, allorchè rimaneva da svolgere la valutazione delle offerte economiche, come noto, priva o caratterizzata da un basso tasso di discrezionalità.

 

Può aggiungersi che nell’ordinamento vigente, pur non esistendo un principio di assoluta immodificabilità delle commissioni giudicatrici delle gare pubbliche di appalto, si ammette la deroga essenzialmente in caso di indisponibilità da parte di un commissario a svolgere le proprie funzioni, possibilmente in fase antecedente all’inizio delle operazioni valutative (Consiglio di Stato, sez. V, 04.12.2017 n. 5694 e sez. III, 25.02.2013, n. 1169).

 

 

0 0 vote
Article Rating
Fonte: ASFEL - Associazione Servizi Finanziari degli Enti Locali
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments