lentepubblica

Attacco hacker Agenzia delle Entrate: chiesto il riscatto

lentepubblica.it • 26 Luglio 2022

attacco hacker agenzia delle entrateL’Agenzia delle Entrate sarebbe sotto attacco hacker. È stato anche dato un ultimatum di cinque giorni: vediamo cosa succede.


Attacco hacker Agenzia delle Entrate: negli ultimi mesi, molti siti della Pubblica Amministrazione, in Italia, sono stati sotto attacco di hacker, come il Ministero della Difesa, il Senato e altri siti istituzionali.

Nella maggior parte delle volte, i siti hanno avuto malfunzionamenti, che hanno portato alla loro inaccessibilità.
Stavolta, però, il modus operandi sembra diverso: l’hacker ha infatti chiesto il pagamento di un riscatto, prima della pubblicazione dei dati rubati.

Ma dalle ultime rivelazioni sembra che non sia realmente in corso un attacco hacker.

Vediamo allora cos’è successo.

Attacco hacker Agenzia delle Entrate: la dinamica dell’attacco

Secondo le indagini degli esperti, l’attacco sarebbe partito da LockBit, un gruppo di hacker russi, che opera a livello mondiale.

Come dichiarato da Pierguido Iezzi, CEO di Swascan, polo della cybersicurezza del Gruppo Tinexta:

“È la conferma del triste primato guadagnato da LockBit, divenuta nell’ultimo trimestre di gran lunga la cybergang più attiva a livello mondiale nelle attività di ransomware, con oltre 200 attacchi messi a segno tra aprile e giugno. Il ransomware continua a essere la principale arma dei Criminal Hacker e, di conseguenza, il principale pericolo per aziende pubbliche e private. Swascan stessa, analizzando i numeri degli attacchi avvenuti tramite questo malware nel secondo trimestre di quest’anno, ha rilevato che rispetto al quarter precedente era stato registrato un aumento pari al 30%, ancora maggiore, +37%, invece, rispetto allo stesso periodo nel 2021. E non stupisce che a pagarne le spese sia sempre di più anche la PA”.

Il gruppo hacker avrebbe rubato 78 gigabyte di dati, tra cui documenti, scansioni, rapporti finanziari e contratti, dando cinque giorni di tempo per il pagamento di un riscatto di 5 milioni.
Secondo le prime analisi, il gruppo sarebbe arrivato ai dati mediante il profilo di un utente e, quindi, non dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Attacco hacker Agenzia delle Entrate: il parere di Sogei

attacco hacker agenzia delle entrateLa Sogei, la società pubblica che gestisce la piattaforma informatica dell’amministrazione finanziaria, ha dichiarato che, in realtà, non ci sarebbe stato nessun attacco.

Il gruppo hacker, infatti, sarebbe riuscito ad entrare dal profilo di un professionista, ma senza “bucare” fino ai dati pubblici dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco la dichiarazione:

“Dalle prime analisi effettuate, non risultano essersi verificati attacchi cyber né essere stati sottratti dati dalle piattaforme ed infrastrutture tecnologiche dell’Amministrazione Finanziaria”.

I dati degli italiani sarebbero al sicuro, ma continuano gli accertamenti da parte delle forza dell’ordine, mentre la Procura di Roma ha avviato un’indagine.

0 0 votes
Article Rating

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments