Più poteri agli ausiliari del traffico, multe anche nelle ZTL

lentepubblica.it • 9 Settembre 2020

ausiliari-del-traffico-multe-ztlNella conversione in legge del decreto Semplificazioni ci sono importanti novità anche nel Codice della Strada.


Infatti nel nuovo testo spuntano maggiori poteri per gli ausiliari del traffico, che avranno poteri sanzionatori anche all’interno delle ZTL.

Scopriamo nello specifico quali saranno questi nuovi poteri per queste figure.

Gli ausiliari del traffico potranno fare le multe anche nelle ZTL

Viene meno, infatti, il vincolo dei controlli automatici divelocità sulle strade urbane, che regala così ai Comuni il beneplacito sulle multe per divieto di sosta con gli ausiliari e per gli ingressi non autorizzati nelle Ztl (zone a traffico limitato).

In buona sostanza d’ora in poi gli ausiliari del traffico, che avranno “super poteri”, per i divieti di sosta o per la sosta su corsie preferenziali, per le quali sarà dotato di maggiori poteri anche il personale ispettivo delle aziende che gestiscono il TPL. E che ora potranno elargire multe anche per gli ingressi non autorizzati nelle ZTL, dunque.

Inoltre i dipendenti comunali e delle imprese municipalizzate (quindi anche i netturbini) potranno decidere la rimozione forzata dei veicoli parcheggiati davanti ai cassonetti dei rifiuti o in un punto in cui impediscono la pulizia delle strade.

Ricordiamo anche che l’Italia è il Paese d’Europa in cui si fanno più multe (78,5 milioni all’anno, cioè 215.000 al giorno, con eccesso di velocità e divieto di sosta in cima alla lista).

Le altre novità

In primo luogo sul fronte autovelox cade il divieto di utilizzare sulle strade urbane postazioni permanenti automatizzate per accertare da remoto gli eccessi di velocità.

Abolito infatti il decreto legislativo 250/1999, che riserva al Ministero delle Infrastrutture il benestare sulla scelta e posizionamento di tutti sistemi di telecamere utilizzati per rilevare le violazioni.

Poi, vengono introdotte le «strade urbane ciclabili», con limite di velocità a 30 km/h e priorità a questi mezzi: chi guida gli altri veicoli dovrà dare la precedenza ai ciclisti che transitano.

Infine, non si procederà invece a un inasprimento delle sanzioni per chi usa il cellulare con le mani durante la guida.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe
Giuseppe
10 Settembre 2020 19:10

In realtàerano poteri che già avevano nella bassanini bis ma che qualche giudice di sinistra aveva eliminato