fbpx

Avvalimento dell’Attestazione SOA: il TAR stabilisce le regole

lentepubblica.it • 7 Ottobre 2019

avvalimento-attestazione-soa-tarIl Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento con la sentenza del 1° ottobre 2019, n. 121, ha stabilito chiarimenti sull’avvalimento dell’attestazione SOA.


Avvalimento dell’Attestazione SOA: il TAR di Trento ha messo nero su bianco obblighi e regole, dirimendo in una recente Sentenza una controversia.

Che cos’è l’attestazione SOA?

Un’impresa può usare il contratto di avvalimento anche per ottenere l’attestazione SOA (certificazione obbligatoria per partecipare a gare di appalto pubbliche): in questo caso l’ausiliata deve consegnare all’Organismo di Attestazione una dichiarazione da cui si evince l’accordo tra le due imprese e la promessa che l’ausiliaria fornirà le sue risorse per tutta la durata del documento SOA ricevuto.

Il caso

Nel caso in esame si analizza il contenuto che deve assumere un contratto di avvalimento riguardante il possesso del requisito dell’attestazione SOA.

In particolare la materia del contendere ha riguardo alla sussistenza di un obbligo legale di indicare espressamente, in modo determinato e specifico, le risorse e i mezzi oggetto di prestito in un contratto di avvalimento a mezzo del quale l’impresa ausiliaria mette a disposizione dell’impresa avvalente il requisito dell’attestazione SOA.

Inoltre il motivo specifico del contendere è la violazione dell’art. 89, 1° c. d.lgs. 50/2016, riferito alla nullità per indeterminatezza e genericità del contratto di avvalimento.

Avvalimento dell’Attestazione SOA: il TAR ha deciso

Il TAR ha sottolineato che l’avvalimento di garanzia non comporta che il relativo contratto si riferisca

alla messa a disposizione di beni da descrivere ed individuare con precisione, ma è sufficiente che dalla ridetta dichiarazione emerga l’impegno contrattuale a prestare ed a mettere a disposizione dell’ausiliata la complessiva solidità finanziaria ed il patrimonio esperienziale” diversamente dall’avvalimento tecnico od operativo rispetto al quale “sussiste sempre l’esigenza di una messa a disposizione in modo specifico di risorse determinate: onde è imposto alle parti di indicare con precisione i mezzi aziendali messi a disposizione dell’ausiliata per eseguire l’appalto”.

In conclusione, il contratto di avvalimento tra l’impresa ausiliaria e l’impresa ausiliata che partecipa a una gara non può configurare un concetto astratto del requisito ma deve essere dettagliato con la specificazione dei requisiti forniti e delle risorse messe a disposizione dall’impresa ausiliaria stessa.

A questo link il testo completo della Sentenza.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami