fbpx

Bandi Agevolazioni Imprese: le linee guida del MISE e di Invitalia

lentepubblica.it • 4 Luglio 2019

bandi-agevolazioni-imprese-linee-guidaBandi Agevolazioni Imprese: le linee guida sono state predisposte dal MiSE DGIAI con il supporto di Invitalia– Business Unit Programmazione Comunitaria.


Sono disponibili sul sito del PON Imprese e Competitività le Linee guida per l’emanazione di bandi per agevolazioni alle imprese, predisposte dal MiSE DGIAI con il supporto di Invitalia – Business Unit Programmazione Comunitaria.

Si tratta di un vademecum operativo rivolto alle Pubbliche Amministrazioni che finanziano interventi agevolativi. Con gli indirizzi da seguire per l’adozione e gestione di tutte le misure di aiuto alle imprese di competenza del Mise.

Un’iniziativa che si inserisce tra gli interventi previsti dal Piano di Rafforzamento Amministrativo II Fase. Perciò si tratta di programmi che puntano al miglioramento della capacità di gestione delle risorse comunitarie da parte delle amministrazioni.

I contenuti delle Linee guida

Le linee guida nascono da un’approfondita analisi della pluralità di fonti normative (fondi SIE, aiuti di Stato, agevolazioni alle imprese). Oltre a questo, si tratta di fonti che stanno alla base del funzionamento dei fondi strutturali e delle politiche di incentivazione nazionali.

Per non parlare del fatto che presentano elementi di novità, tra cui:

  • uno schema di Bando tipo per gli interventi, mettendo in luce gli obblighi a carico del beneficiario, i contenuti e i vincoli da esplicitare nella stesura dei bandi
  • mappano, dal punto di vista dell’amministrazione, gli obblighi previsti dalla normativa comunitaria e nazionale di riferimento, in relazione al processo di gestione e controllo degli interventi cofinanziati dal Programma

Utilizzi futuri e possibili contesti di applicazione

Un vademecum concepito come strumento di supporto consultabile anche per gli interventi agevolativi che non ricorrono a risorse dei Programmi di riferimento. In modo da favorire un’ottica di trasferibilità ad altri programmi operativi e al ciclo di programmazione dei fondi europei 2021-2027.

In realtà ci si riferisce anche a interventi non cofinanziati da risorse dei fondi strutturali.

 

Fonte: Invitalia
avatar
  Subscribe  
Notificami