fbpx

Beni assegnati/ceduti ai soci: si avvicina scadenza per imposta sostitutiva

lentepubblica.it • 16 Novembre 2016

beni impresa comunicazione sociL’appuntamento riguarda anche gli imprenditori individuali che, entro il 31 maggio scorso, hanno optato per l’esclusione degli immobili strumentali dal patrimonio dell’impresa.

 

Mercoledì 30 novembre, ultimo giorno per versare il 60% dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’Irap dovute dalle società (in nome collettivo, in accomandita semplice, a responsabilità limitata, per azioni e in accomandita per azioni) che, entro lo scorso 30 settembre, hanno assegnato o ceduto ai soci beni immobili diversi da quelli strumentali per destinazione o beni mobili iscritti in pubblici registri non utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa oppure dalle stesse società, aventi per oggetto esclusivo o principale la gestione dei predetti beni, che si sono trasformate in società semplici entro la stessa data del 30 settembre 2016. in ogni caso, si avvalgono del regime fiscale introdotto dalla legge di stabilità 2016.

 

Inoltre, devono versare il 60% dell’imposta sostitutiva all’8% (calcolata sulla differenza tra il valore normale dei beni e il loro valore fiscale) anche i contribuenti con la qualifica di “imprenditori individuali” al 31 ottobre 2015, conservata almeno fino al 1° gennaio 2016, in possesso di beni immobili strumentali, in relazione ai quali, entro il 31 maggio, hanno optato per l’esclusione dal patrimonio dell’impresa, con effetto dal periodo d’imposta in corso alla data del 1° gennaio 2016.

 

Chiarimenti sulla disciplina sono stati forniti con la circolare n. 26/E del 1° giugno 2016

 

Come si versa

 

Il versamento deve essere effettuato tramite modello F24 con modalità telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle Entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking) oppure tramite intermediario abilitato.

 

Sulla delega di pagamento modello F24 devono essere indicati i seguenti codici tributo:

 

 

  • 1836  (imposta sostitutiva per l’assegnazione, cessione dei beni ai soci o società trasformate – articolo 1, comma 116, legge 208/2015)
  • 1837  (imposta sostitutiva sulle riserve in sospensione d’imposta annullate per effetto dell’assegnazione dei beni ai soci o società trasformate – articolo 1, comma 116, legge 208/2015)
  • 1127  (imposta sostitutiva per l’estromissione dei beni immobili strumentali dell’impresa individuale – articolo 1, comma 121, legge 208/2015).

 

 

Quando e quanto si versa

 

Entro mercoledì 30 novembre 2016 si deve versare la prima quota dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’Irap, pari al 60% dell’importo complessivamente determinato con le aliquote previste dal regime agevolato; la seconda parte (il restante 40%) andrà pagato entro il 16 giugno 2017.
 

L’imposta sostitutiva si applica nella misura:

 

 

  • dell’8% sulla differenza tra il valore normale dei beni assegnati, o in caso di trasformazione, quello dei beni posseduti all’atto del trasferimento e il loro costo fiscalmente riconosciuto ovvero del 10,5%, per le società considerate non operative o in perdita sistematica in almeno due dei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso al momento dell’assegnazione, cessione o trasformazione. Lo stesso 8%, sulla differenza tra il valore normale dei beni e quello fiscalmente riconosciuto, si applica anche per i beni esclusi dal patrimonio dell’impresa individuale
  • del 13% sulle riserve in sospensione d’imposta annullate per effetto dell’assegnazione dei beni ai soci e quelle delle società trasformate.

 

 

Il rinnovo per il 2017

 

Il disegno di legge di bilancio per il 2017, attualmente in discussione in Parlamento, all’articolo 70 prevede il rinnovo del regime fiscale agevolato per le assegnazioni/cessioni effettuate entro il 30 settembre dell’anno prossimo. Analogamente, viene rinnovata anche l’estromissione agevolata dal patrimonio dell’impresa individuale di beni posseduti al 31 ottobre 2016, purché effettuata entro il 31 maggio 2017.

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell'Agenzia delle Entrate - articolo di Sonia Angeli
avatar
  Subscribe  
Notificami