lentepubblica

Bonus Seggiolini 2020, la piattaforma web è operativa

lentepubblica.it • 24 Febbraio 2020

bonus-seggiolini-2020-piattaforma-webSeggiolini, al via la piattaforma web per bonus acquisto: attiva sia per gli esercenti sia per i cittadini che devono richiedere il contributo.


Bonus Seggiolini 2020, la piattaforma web è operativa. Con il D.lgs 122/19 è stato modificato l’articolo 172 del codice della strada, un comma 1-bis, il quale prevede che il conducente di un veicolo si assicuri non solo che bambini al di sotto dei 4 anni a bordo siano assicurati a un sistema di ritenuta regolare, ma anche a un apposito dispositivo di allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino. Chi non osserverà tale regola sarà sanzionabile.

Adesso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso finalmente disponibile la piattaforma riguardante i dispositivi sia per gli esercenti, sia per i cittadini.

Bonus Seggiolini 2020, la piattaforma web

Gli esercenti presso i quali sarà possibile utilizzare il buono elettronico per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono possono accreditarsi sulla piattaforma www.bonuseggiolino.it per essere inseriti in un apposito elenco, consultabile  attraverso  la stessa applicazione web dedicata.

Inoltre anche già da venerdì 21 febbraio, la piattaforma è accessibile a chi deve acquistare il dispositivo e potrà quindi richiedere il buono spesa elettronico di 30 euro. Da utilizzare esclusivamente presso uno dei negozianti registrati sulla piattaforma.

Chi ha già fatto l’acquisto presso qualsiasi negoziante potrà chiedere il rimborso di 30 euro. Ciò potrà essere fatto allegando lo scontrino o la ricevuta fiscale e una autocertificazione sul modello disponibile on line.

Ricordiamo che, per la registrazione al sistema, è necessario avere le credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale).

Alcuni chiarimenti sui dispostivi

Per i dispositivi a norma non è prevista l’omologazione. Sono a norma i dispositivi che sono venduti accompagnati dalla “dichiarazione di conformità” rilasciata dal fabbricante. Con la “dichiarazione di conformità” il fabbricante si assume la responsabilità della rispondenza del dispositivo antiabbandono alle caratteristiche previste dal Decreto.

Si ricorda che i dispositivi devono attivarsi automaticamente a ogni utilizzo senza bisogno che il conducente compia ulteriori azioni, devono dare un segnale di conferma di avvenuta attivazione. In caso di abbandono, devono attivarsi con segnali visivi e acustici o visivi e di vibrazione e i segnali devono essere percepibili o all’interno o all’esterno del veicolo.

Inoltre è possibile che seggiolini e dispositivi anti-abbandono siano collegati allo smartphone del genitore con una app o tramite Bluetooth per inviare notifiche.

Per tutte le informazioni utili relative alla normativa riguardante i seggiolini antiabbandono potete consultare il nostro approfondimento.

 

 

0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments