Aprire una nuova attività, il Business Plan e gli incentivi Invitalia

lentepubblica.it • 30 Aprile 2021

business-planEcco tutte le indicazioni utili su aprire una nuova attività nel 2021, il Business Plan e gli incentivi Invitalia.


Creare una start up, un’impresa o realizzare un progetto di business è un sogno comune e un obiettivo diffuso tra quelle persone che hanno un forte istinto imprenditoriale.

Per qualsiasi iniziativa d’impresa, non solo se appartenente ad un settore innovativo, il Business Plan è un processo e uno strumento di gestione fondamentale per disparate finalità:

  • fornisce una guida strategica, identifica e permette di valutare punti di forza e debolezza del progetto;
  • fornisce dati utili per misurare risultati aziendali futuri;
  • fornisce le informazioni di base per costruire la struttura finanziaria;
  • rende il nostro progetto interessante e solido, rafforzando l’obiettivo di reperire finanziamenti.

Il vantaggio di avere un modello di business plan ben studiato è quello di ridurre il rischio di far fallire sul nascere un progetto di business. I settori e le possibili imprese sono così tante e variabili che non è possibile proporre un modello standard. Una volta creato il nostro documento, esso dovrà esser sottoposto a revisioni costanti e periodiche.

Cos’è il Business Plan

Un Business plan è un documento testuale e numerico che ha lo scopo di descrivere e spiegare come un’idea può trasformarsi in un progetto d’impresa vero e proprio, dimostrandone la sua fattibilità a potenziali investitori.

Le caratteristiche fondamentali per la sua stesura sono una scrittura avvincente, chiara e trasparente e una struttura snella e intuitiva. Gli elementi essenziali del Business Plan sono:

  1. Indice
  2. Executive Summary
  3. Descrizione dell’impresa
  4. Descrizione del progetto
  5. Analisi del mercato e della concorrenza
  6. Strategia di marketing
  7. Piano operativo
  8. Struttura organizzativa
  9. Piano economico-finanziario
  10. Allegati

Dopo una generale introduzione al nostro progetto, nelle varie sezioni del Business Plan, si entrerà nel dettaglio dell’attività al fine di rendere l’idea progettuale quanto più chiara e convincente agli occhi degli investitori.

Finanziare un progetto: fondi Invitalia

Se redigere il Business Plan può risultare un’attività lunga e meticolosa, una delle difficoltà maggiori è trovare capitali, ovvero i giusti finanziamenti per far volare la nostra idea di business.

A questo scopo possiamo segnalare Invitalia “l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa” una società partecipata al 100% di proprietà del Ministero dell’Economia. Nata del 2008 dalle ceneri di Sviluppo Italia S.p.A, questa attività ha l’obiettivo di favorire la creazione di realtà innovative e attrare gli investimenti da parte di imprese estere.

Tra gli obiettivi di Invitalia c’è la crescita economica del “sistema Paese” con sostegno all’occupazione, alle PMI e la promozione dell’innovazione. Invitalia gestisce fondi nazionali che mette a disposizione di giovani imprenditori aiutandoli ad ottenere finanziamenti e incentivi a fondo perduto oppure con tasso d’interesse molto basso.

Possono accedere a questi fondi i giovani under 35 e le donne, le categorie maggiormente colpite dalla crisi.

A chi sono rivolti i fondi Invitalia

Le decine di bandi disponibili, si rivolgono ad un pubblico molto vario. I finanziamenti si dividono in macro-categorie pensate appositamente per la creazione di nuove aziende o per il rafforzamento di quelle già esistenti come ad esempio fondi per il rilancio di aree industriali, fondi per migliorare l’efficienza energetica di alcune imprese, fondi per registrare brevetti per proteggere le idee del Made in Italy, investimenti per l’efficienza energetica, autoimprenditorialità, incentivi per aprire aziende nel Mezzogiorno e per favorire la ripresa economica in zone depresse.

Per alcuni bandi, però, ci sono delle limitazioni: ad esempio l’incentivo “Resto al Sud” è dedicato solamente a persone che vogliono aprire una nuova impresa nelle regioni del Sud Italia, per rilanciare lo sviluppo industriale del Mezzogiorno.

Come partecipare ai bandi Invitalia

Per poter partecipare ai bandi Invitalia è necessario registrarsi sul sito web ufficiale nell’apposita area riservata, scaricare tutti i moduli, compilarli in ogni sezione e
re-inviarli all’organo competente.

Inoltre, è possibile consultare webinar e video pillole per comprendere il funzionamento del processo di richiesta di partecipazione ai bandi o per eventuali altri dubbi.

5 2 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments