fbpx

Carte prepagate, ecco i migliori prodotti sul mercato

lentepubblica.it • 11 Dicembre 2018

carte-prepagate-migliori-prodottiTra i prodotti bancari più diffusi al giorno d’oggi ci sono sicuramente le carte prepagate. Vediamo quali sono i migliori prodotti sul mercato.


Grazie alla loro comodità e praticità le carte prepagate sono sempre più richieste. Questo anche perché hanno caratteristiche molto differenti rispetto alle carte di credito e di debito.

 

La carta prepagata ha il vantaggio di essere un prodotto indipendente, slegato dalla realtà di un conto bancario ma, allo stesso tempo, ne può essere un sostituto, specialmente per quelle persone che non hanno particolari esigenze di gestione.

 

Questa caratteristica la si evince già a partire dal nome in quanto carta prepagata significa proprio che per utilizzarle è necessario prima caricarla con dei fondi.

 

Il denaro potrà poi essere utilizzato a piacimenti per pagamenti online, ma non solo, infatti la carta prepagata può anche essere “strisciata” come si suol dire o può essere usata per fare prelievi.

 

Inoltre sono sempre di più le carte di questo tipo a disporre di un Iban, così da poter essere ricaricate anche tramite l’invio di un bonifico bancario.

 

Come si riconoscono i migliori prodotti sul mercato?

 

Come si è compreso già dall’introduzione, le carte prepagate dal punto di vista dell’operatività sono identiche alle altre carte, l’unica grande differenza è il fatto che la quantità di denaro presente su di essa è a discrezione di chi la utilizza: se si sceglie di caricare sulla carta prepagata 1000 euro, allora quella sarà la disponibilità di fondi da utilizzare a piacimento. Non un centesimo di più.

 

Non sono rari i casi in cui le carte ricaricabili siano anche legate a servizi di home banking che quindi permettono di operare acquisti e fare anche molti altri tipi di operazioni direttamente da casa propria.

 

L’unico limite di molte carte ricaricabili è il fatto di non poter fare bonifici, a quel punto bisognerebbe scegliere una carta ricaricabile con IBAN.

 

Ma come si fa quindi a individuare una buona carta ricaricabile?

 

Per scoprirlo bisogna mettere a confronto tutte le caratteristiche delle carte in circolazione e trovare quella più adatta alle proprie esigenze, ma in particolare bisogna controllare 2 parametri principali ovvero: il costo di emissione e il canone annuo.

 

Nel primo caso parliamo di un costo una tantum che si dovrà sostenere al momento dell’acquisto della carta, nel secondo caso si parla di carte prepagate che prevedono un canone annuo.

 

Per fortuna non sono molte le carte ricaricabili che richiedono canoni e questo rende il prodotto molto appetibile.

 

Per farsi un’idea ci si può anche recare in portali specializzati che parlano di carte, ad esempio si può approfondire il discorso sulle migliori carte prepagate su filippomartin.com, sito che offre una prospettiva molto chiara su quelle che sono le carte più performanti in circolazione, comprese quelle con IBAN.

 

Ma facciamo alcuni esempi di carte ricaricabili che hanno registrato il maggior successo nel 2018:

 

 

  • Hype Start: molto consigliata è la carta Hype Start, che può essere anche migliorata con il servizio Plus per solo 1 euro al mese.
  • N26: tra le consigliate c’è anche la N26 di N26 Bank che fa parte del circuito MasterCard e non richiede alcun tipo di canone annuo a chi la possiede.
  • Revolut: abbiamo poi la Revolut, una carta semplice da ottenere e versatile che non impone limiti particolari ai suoi utilizzatori e per di più ha un canone annuo gratuito con limite di spesa non fissato.

 

 

Vista la situazione è chiaro che scegliere non è facile, anche perché l’offerta è molto ampia e variegata ma rivolgendosi ai siti giusti ci si può fare un’idea ben precisa dei prodotti in circolazione e scegliere con consapevolezza.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami