fbpx

Codacons, 13 morti per vaccini: il Ministero denuncia l’associazione per procurato allarme

lentepubblica.it • 5 Dicembre 2017

vaccini codacons ministero della saluteIl Codacons ha depositato presso la Procura della Repubblica di Catania un nuovo esposto-denuncia contro la mortalità dovuta ai vaccini. Ma il Ministero risponde a tono: allarme destituito di ogni fondamento e volutamente diretto a creare panico tra la popolazione.


Il Codacons e il Covasi-Sicilia (Comitato vaccini sicuri) hanno presentato un esposto-denuncia alla Procura di Catania per omicidio colposo, commercio e somministrazione di medicinali guasti su una presunta “contaminazione da micro e nanoparticelle dei vaccini distribuiti dal nostro S.S.N.” che potrebbe avere una responsabilità nella morte di alcuni bambini.

 

La risposta del Ministero è stata immediata:

 

La denuncia del Codacons di decessi correlati ai vaccini risulta destituita di ogni fondamento e volutamente diretta a creare panico tra la popolazione. L’associazione dei consumatori – non nuova a posizioni simili sulle immunizzazioni – continua a riferirsi a un presunto studio che “evidenzia una contaminazione da micro e nanoparticelle dei vaccini distribuiti dal nostro Servizio sanitario nazionale e il numero rilevante di morti, nonché di reazioni avverse gravi che stanno colpendo i bambini in questi mesi, potrebbe derivare direttamente dalla contaminazione da micro e nanoparticelle delle dosi di vaccini somministrati ai bambini”. 

 

«Non c’è nessuna relazione accertata fra i casi segnalati dal Codacons e le vaccinazioni»: assicura l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) che ha verificato i casi citati dall’associazione di 13 bambini morti. I casi inoltre, secondo quanto riferito dall’Aifa, non riguardano l’Italia ma tutto il mondo.

 

Inoltre il ministero della Salute ha formalizzato, tramite i carabinieri del Nas, una denuncia alla Procura di Roma per il reato di procurato allarme a carico dei firmatari dell’esposto del Codacons. 

 

In serata il Codacons, vista la brutta piega presa dalla situazione un po’ sfuggita di mano, ha smussato la sua posizione:

 

“Per quanto riguarda i decessi sospetti di bambini degli ultimi mesi, non abbiamo mai affermato che tali morti siano sicuramente da attribuire alle vaccinazioni. In assenza di prove certe, mai ci sogneremmo di fare simili dichiarazioni. Ci siamo limitati a segnalare alla magistratura i casi di morti sospette degli ultimi mesi”.

 

In tribunale si vedrà chi la spunterà.

 

Ricordiamo che solo settimana scorsa dall’UE era arrivata una severissima condanna ai No Vax. In un discorso il commissario europeo alla Sanità Vytenis Andriukaitis aveva affermato che “I no vax uccidono i bambini” e si è rivolto a chi si rifiuta di vaccinarsi e vaccinare i propri figli.

 

Parole dure pronunciate a margine della presentazione del Rapporto sullo stato di salute dei cittadini europei, reso pubblico il 24 novembre. Gli oppositori dei vaccini, ha continuato Andriukaitis, hanno la responsabilità morale di seppellire i bambini.

 

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami