fbpx

Concorsi Agenzia delle Entrate 2020, bandi in arrivo per migliaia di posti

lentepubblica.it • 15 Novembre 2019

concorsi-agenzia-delle-entrate-2020-bandiL’Agenzia delle Entrate ha indetto un bando di gara per la gestione di nuovi concorsi pubblici: in arrivo migliaia di posti. Scopriamone di più.


Concorsi Agenzia delle Entrate 2020, bandi in arrivo per migliaia di posti. L’annuncio arriva grazie a una comunicazione pubblicata sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, in cui si indice la gara per l’espletamento delle procedure dei nuovi concorsi in arrivo nel 2020.

Si riporta nel documento che l’apertura delle buste che sanciscono l’aggiudicazione dell’appalto è previsto per il giorno 12 dicembre 2019. Così da rendere possibile la pubblicazione dei primi concorsi pubblici per i candidati nei primi mesi del 2020.

Ma scopriamo qualche anticipazione su cosa dovrebbero contenere questi bandi.

Concorsi Agenzia delle Entrate 2020, bandi in arrivo

Come si evince dal Capitolato Tecnico della sopra citata gara, l’Agenzia delle Entrate ha indetto una gara per l’affidamento dei servizi relativi alle procedure concorsuali.

Ma di cosa si tratta? Nello specifico si parla di  procedure selettive per l’assunzione di circa 300 dirigenti e di circa 2300 unità di personale non dirigenziale previste nel triennio 2020-2022. Tra le unità di personale non dirigenziale le figure professionali da selezionare sono diverse (economisti, giuristi, statistici, ingegneri e architetti, geometri).

Si prevedono pertanto almeno tre procedure selettive per il reclutamento di personale non dirigenziale e due procedure per il reclutamento di dirigenti, per un totale di cinque bandi.

E a queste procedure potranno presentare domanda di partecipazione complessivamente oltre 300.000 candidati (il numero di partecipanti è stimato sulla base delle precedenti procedure concorsuali già espletate da AdE), numero meramente indicativo che potrebbe subire oscillazioni.

Le fasi delle procedure

Le procedure di selezione possono prevedere le seguenti fasi:

  • prova oggettiva attitudinale volta a misurare alcune competenze trasversali attraverso la somministrazione di un test;
  • e una prova oggettiva tecnico-professionale, volta a misurare le conoscenze tecniche dei candidati nelle materie previste dai relativi bandi di concorso attraverso la somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla.

Per le procedure di reclutamento di personale non dirigenziale sono di norma previste entrambe le suddette prove:

  • alla prima prova sono ammessi a partecipare tutti i candidati.
  • mentre alla seconda prova sono ammessi esclusivamente i candidati che rientrano in graduatoria nel limite massimo di tre o cinque volte il numero dei posti da coprire nella sede per la quale concorrono, in base a quanto specificatamente previsto da ciascun bando.

La correzione delle suddette prove sarà effettuata mediante lettura automatizzata dei moduli delle risposte.

Per le procedure selettive per il reclutamento di personale dirigenziale potranno essere previste prove preselettive, corrette mediante lettura automatizzata, e prove scritte tradizionali.

A questo link il testo completo del Capitolato con queste informazioni.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami