Concorsi Pubblici 2021: cosa cambia con il Decreto Covid di Aprile?

lentepubblica.it • 1 Aprile 2021

concorsi-pubblici-2021-decreto-covid-aprileA seguito dell’approvazione del Decreto Covid che sarà in vigore dal 7 al 30 aprile ci sono novità anche sul versante Concorsi Pubblici per il 2021.


Diamo finalmente speranza a centinaia di migliaia di persone e permettiamo alla Pubblica amministrazione di rigenerarsi dopo anni di blocco del turnover e di depauperamento […] Un risultato possibile grazie al proficuo confronto con il Comitato tecnico-scientifico che ha permesso di rivedere e aggiornare il Protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici“.

Questo il primo commento del ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

Scopriamo assieme quali sono tutte le novità.

Concorsi Pubblici 2021: cosa cambia con il Decreto Covid di Aprile?

Così nel Decreto Covid di Aprile risultano confermate le misure anticipate per sbloccare i concorsi pubblici 2021, il cui svolgimento è stato rallentato dal Covid-19. Dal 3 maggio è consentito lo svolgimento in presenza nel rispetto delle linee guida approvate dal Comitato tecnico Scientifico.

Il nuovo testo, in particolare, dispone deroghe per lo svolgimento dei concorsi pubblici. Ad esempio si prevede lo svolgimento di una sola prova scritta e una orale, con modalità decentrate.

Le modalità per i concorsi in emergenza sanitaria

Si prevedono inoltre modalità ulteriormente semplificate (prova orale facoltativa) per i concorsi relativi al periodo dell’emergenza sanitaria. E si prevede anhe la possibilità a regime per le commissioni di suddividersi in sottocommissioni.

Nello specifico:

  • Una sola prova scritta e una prova orale per le selezioni di personale non dirigenziale;
  • Prove informatiche e digitali, anche in presenza, e prova orale in videoconferenza;
  • Preselezione tramite valutazione dei titoli e delle esperienze professionali;
  • Sedi decentrate e ove necessario anche non contestualità per evitare assembramenti;
  • Le commissioni esaminatrici possono essere divise in altre sottocommissioni e quindi il numero dei commissari può essere aumentato

È esclusa l’applicazione delle procedure derogatorie per il personale in regime di diritto pubblico.

Per una guida completa a Cosa fa punteggio nei concorsi pubblici potete consultare il nostro approfondimento.

I Concorsi a partire dal 3 Maggio

IMPORTANTE: dal 3 maggio 2021 i concorsi riprenderanno in presenza nel rispetto delle linee guida del Comitato tecnico-scientifico.

Le linee guida nel caso specifico risultano validate dal Comitato tecnicoscientifico di cui all’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile 3 febbraio 2020, n. 630, e successive modificazioni.

A causa dell’emergenza Coronavirus, infatti, oltre alle misure igienico sanitarie da adottare per l’organizzazione dei concorsi, sono previste specifiche indicazioni in merito ai requisiti delle aree concorsuali, ai requisiti dimensionali delle aule concorso (organizzazione dell’accesso, seduta e dell’uscita dei candidati) e per lo svolgimento della prova.

Per maggiori informazioni sui Concorsi in Emergenza Covid potete consultare questo approfondimento della nostra redazione.

Concorso magistrato ordinario

Una ulteriore postilla del testo consente lo svolgimento della prova scritta del concorso per magistrato ordinario indetto con decreto del Ministro della giustizia 29 ottobre 2019 anche in deroga alle disposizioni vigenti.

Presidio informativo al Formez

Infine, per facilitare la diffusione delle norme e aiutare le amministrazioni che vogliono realizzare i concorsi secondo le nuove modalità semplificate, viene istituito al Formez un presidio informativo.

Il Formez, su mandato del ministro della Pa Renato Brunetta, sta anche operando per rilanciare Linea Amica, il servizio multicanale di risposta e affiancamento delle persone nei rapporti con la Pa.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments