lentepubblica

Concorsi pubblici: diritto a scorrimento di graduatoria e a stabilizzazione?

Chiarelli Simone • 24 Ottobre 2022

concorsi-pubblici-diritto-scorrimento-graduatoria-stabilizzazioneIn una recente Sentenza del Consiglio di Stato, analizzata dal Dottor Simone Chiarelli, alcuni importanti chiarimenti su diritto a scorrimento di graduatoria e a stabilizzazione nei concorsi pubblici.


La sentenza del Consiglio di Stato 7780/2022, interviene dunque sull’argomento, sollevando alcuni interessanti queriti in materia giuridica e fornendo interessanti delucidazioni.

La Sentenza in sintesi

Il Consiglio di Stato, ha ricordato che bandire una nuova procedura concorsuale in vigenza di una precedente graduatoria valida, per il medesimo profilo professionale, senza adeguata motivazione e senza significative differenze nei requisiti richiesti e nei contenuti delle prove d’esame non risponde ai presupposti legittimanti stabiliti dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con la pronuncia n. 14/2011 della quale la sezione ne ribadisce i principi.

Secondo l’Adunanza «l’ordinamento attuale afferma un generale favore per l’utilizzazione delle graduatorie degli idonei, che recede solo in presenza di speciali discipline di settore o di particolari circostanze di fatto o di ragioni di interesse pubblico prevalenti, che devono, comunque, essere puntualmente enucleate nel provvedimento di indizione del nuovo concorso».

Inoltre il Collegio evidenzia che, lo scorrimento delle graduatorie ancora valide ed efficaci costituisce la regola generale, mentre l’indizione del nuovo concorso costituisce l’eccezione e richiede un’apposita e approfondita motivazione

Tuttavia vi sono casi in cui la determinazione di procedere al reclutamento mediante nuove procedure concorsuali anziché attraverso lo scorrimento di graduatorie preesistenti risulta pienamente giustificabile con il conseguente ridimensionamento dell’obbligo di motivazione.

Tra questi può acquistare rilievo “l’intervenuta modifica sostanziale della disciplina applicabile alla procedura concorsuale rispetto a quella riferita alla graduatoria ancora efficace con particolare riguardo alle prove d’esame e ai requisiti di partecipazione o anche la valutazione del contenuto dello specifico profilo professionale per la cui copertura è indetto il nuovo concorso e delle eventuali distinzioni rispetto a quanto descritto nel bando relativo alla preesistente graduatoria”.

Qui di seguito è possibile leggere il testo completo della sentenza.

Concorsi pubblici: diritto a scorrimento di graduatoria e a stabilizzazione?

Per fornire una panoramica completa sulla recente Sentenza, Simone Chiarelli, dirigente di Pubblica Amministrazione Locale ed esperto in questioni giuridiche di diritto amministrativo nei settori degli appalti, SUAP, e disciplina generale degli Enti locali, ha messo a disposizione un nuovo video.

Potete guardare il video commento nel player video qui di seguito.

 

5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo della redazione, video di Simone Chiarelli
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments