Concorsi Pubblici: l’analisi del nuovo protocollo sanitario

Simone Chiarelli • 16 Aprile 2021

concorsi-pubblici-nuovo-protocollo-sanitarioConcorsi Pubblici: disponibile l’analisi del nuovo protocollo sanitario in un video commento a cura del Dottor Simone Chiarelli.


Ricordiamo che il protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici, validato dal Comitato tecnico-scientifico a fine marzo e ratificato adesso, è finalizzato a:

  • disciplinare le modalità di organizzazione e gestione delle prove selettive
  • per consentirne lo svolgimento in presenza in condizioni di massima sicurezza rispetto al contagio da Covid-19.

Nuovi Concorsi Pubblici: la guida completa della Funzione Pubblica.

Quale certificazione informatica è più utile nei concorsi pubblici?

Concorsi Pubblici OSS: come funzionano? Quali regole?

Il nuovo protocollo

L’obiettivo del nuovo protocollo è quello di fornire indicazioni volte alla prevenzione e protezione dal rischio di contagio da COVID19 nell’organizzazione e la gestione delle prove dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni.

Tali indicazioni sono rivolte:

  • alle amministrazioni titolari delle procedure concorsuali;
  • alle commissioni esaminatrici;
  • al personale di vigilanza;
  • ai candidati;
  • a tutti gli altri soggetti terzi comunque coinvolti (altri enti pubblici e privati coinvolti nella gestione delle procedure concorsuali, gestori della sede e/o con funzioni di supporto organizzativo e logistico; eventuale personale sanitario).

Le novità introdotte nell’ultima versione

Tra le novità introdotte, l’obbligo di presentazione, per tutti i candidati e per il personale addetto alle selezioni, del referto negativo relativo a un tampone rapido o molecolare effettuato non oltre le 48 ore antecedenti lo svolgimento delle prove.

Le amministrazioni forniranno ai candidati mascherine FFP2 che dovranno essere indossate obbligatoriamente durante le prove, pena l’esclusione dal concorso.

In ogni fase delle selezioni, inclusi i flussi di accesso e di uscita dai locali, gli organizzatori dovranno garantire il rispetto del criterio di distanza droplet di 2,25 metri tra i candidati e con il personale stesso.

Le aule saranno dotate di postazioni operative (scrittoio e sedia) distanziate di almeno 2,25 metri l’una dall’altra, in modo da assicurare a ogni candidato un’area di 4,5 metri quadri.

Ogni prova selettiva dovrà concludersi entro 60 minuti. Le prove orali e le prove pratiche potranno svolgersi anche in modalità telematica.

Per tutto quanto non esplicitamente indicato nel protocollo bisognerà fare riferimento alle prescrizioni tecniche per le procedure concorsuali previste per l’accesso ai ruoli delle forze dell’ordine, polizia e vigili del fuoco.

Il testo del protocollo

A questo link potete consultare il testo completo del nuovo Protocollo.

Concorsi Pubblici: l’analisi con il video commento sul nuovo protocollo sanitario

Per illustrare, in maniera sintetica ma anche approfondita, quali siano le specifiche del nuovo Protocollo Simone Chiarelli, dirigente di Pubblica Amministrazione Locale ed esperto in questioni giuridiche di diritto amministrativo nei settori degli appalti, SUAP, e disciplina generale degli Enti locali, ha messo a disposizione un video.

Qui di seguito potete consultare il video completo con la spiegazione del dottor Simone Chiarelli.

3.7 3 votes
Article Rating
Fonte: articolo della redazione, video di Simone Chiarelli
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments