fbpx

Decreto Carta Famiglia 2019: le regole per la concessione del beneficio

lentepubblica.it • 2 Settembre 2019

decreto-carta-famiglia-2019Le regole per ottenere il beneficio sono contenute nel Decreto Carta Famiglia 2019: ecco i requisiti, le soglie e le modalità per ottenere l’agevolazione.


Decreto Carta Famiglia 2019: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Governativo contenente le nuove regole per la concessione della Carta Famiglia dopo le modifiche apportate dalla Legge di Bilancio per il 2019.

Qui di seguito scopriamo tutte le novità per ottenere l’agevolazione.

Decreto Carta Famiglia 2019

Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento delle Politiche per la Famiglia, aggiorna le regole e i criteri di concessione della cd. Carta Famiglia per il triennio 2019-2021.

La carta famiglia è una misura di sostegno pensata per le famiglie numerose. Prevista dalla legge di stabilità 2016, è stata poi disciplinata in dettaglio dal decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 20 settembre 2017, pubblicato in Gazzetta il 9 gennaio 2018.

Solo ora però, grazie allo stanziamento delle risorse necessarie la carta famiglia entrerà in funzione concretamente.

I requisiti per ottenere la Carta Famiglia

Nel triennio 2019-2021 la Carta potrà essere rilasciata solo alle famiglie costituite da cittadini italiani ovvero appartenenti a Paesi membri dell’Unione europea regolarmente residenti nel territorio italiano, con almeno tre figli conviventi di eta’ non superiore a ventisei anni.

A tal fine, il nucleo familiare regolarmente residente e’ costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica tra i quali sussiste un rapporto di filiazione, anche adottiva, con almeno uno dei due genitori.

Le novità del Decreto

Viene soppresso il riferimento alla condizione economica individuata tramite l’ISEE (30 mila euro nella prima versione) e la durata biennale della Carta con l’obiettivo di estendere la platea delle potenziali famiglie interessate.

Inoltre, a differenza del passato, la Carta Famiglia verrà emessa in via telematica, su richiesta degli interessati, dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri mediante una piattaforma digitale articolata in un portale internet e in corrispondenti applicazioni per i principali sistemi operativi di telefonia mobile.

Le domande devono essere presentate perentoriamente entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto il beneficio.

Una volta rilasciata la carta della famiglia, sulla base dell’Isee, il nucleo familiare potrà ottenere sconti a servizi privati e pubblici che aderiranno all’iniziativa.

Cosa si potrà acquistare?

I beni e i servizi che si potranno acquistare a prezzo scontato con la carta famiglia sono elencati nell’allegato B del Decreto 20 settembre 2017:

  • prodotti alimentari e bevande analcoliche;
  • e prodotti per la pulizia della casa e per l’igiene personale;
  • articoli di cartoleria, cancelleria, libri e sussidi didattici;
  • medicinali, prodotti farmaceutici e sanitari, strumenti e apparecchiature sanitarie;
  • abbigliamento e calzature;
  • fornitura di acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili per il riscaldamento
  • raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani
  • servizi di trasporto
  • e servizi ricreativi e culturali, musei, spettacoli e manifestazioni sportive
  • palestre e centri sportivi
  • servizi turistici, alberghi e altri servizi di alloggio, impianti turistici e del tempo libero
  • e ristorazione
  • servizi socioeducativi e di sostegno alla genitorialità
  • e infine istruzione e formazione professionale
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami