lentepubblica

Decreto Pnrr-2: le novità per Enti Locali, imprese e scuole

lentepubblica.it • 11 Maggio 2022

decreto-pnrr-2-novita-enti-locali-imprese-scuoleEcco tutte le novità previste per Enti Locali, imprese e scuole dal Decreto Pnrr-2, pubblicato di recente in Gazzetta Ufficiale.


Disponibile sulla Gazzetta ufficiale il d.l. n. 36 del 30 aprile 2022 concernente “Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza” c.d. PNRR, in vigore dalla data successiva a quella della sua pubblicazione.

Il testo completo del Decreto è disponibile a questo link.

Decreto Pnrr-2: le novità per Enti Locali, imprese e scuole

É disponibile una scheda che riporta le novità di maggior interesse per gli Enti Locali, imprese e scuole.

Qui di seguito, a titolo esemplificativo riportiamo alcune delle novità.

Per poter leggere tutte le novità in dettaglio vi rimandiamo al documento con la scheda di riepilogo, in allegato alla fine di questo articolo.

Aggiornamento dei codici di comportamento

Entro il 31 dicembre 2022 le amministrazioni dovranno provvedere a integrare lo strumento di un’apposita sezione dedicata al corretto utilizzo delle tecnologie informatiche e dei mezzi di informazione e social media da parte dei dipendenti pubblici anche al fine di tutelare l’immagine della PA. Inoltre, le PA dovranno prevedere lo svolgimento di un ciclo formativo sui temi dell’etica pubblica e comportamento etico di durata e intensità proporzionale al grado di responsabilità.

Misure urgenti per l’attuazione del PNRR

 L’adozione del P.I.A.O., di cui ex art. 6-bis d.l. 80/2021, slitta dal 30 aprile 2022 al 30 giugno 2022.

Sanzioni per mancata accettazione dei pagamenti elettronici e fatturazione elettronica

Le sanzioni amministrative pecuniarie per mancata accettazione dei pagamenti elettronici, di cui ex art. 15, comma 4-bis, d.lgs. 179/2012, convertito con modificazioni in l. 221/2012, decorrono dal 1° giugno 2022.

Dal 1° luglio 2022 ovvero, dal 1° gennaio 2024, a seconda delle somme dei ricavi conseguiti, la platea dei soggetti tenuti a emettere fattura elettronica si estende anche a coloro che, a norma dell’art.1, comma 3, d.lgs. 127/2015, erano esclusi, come i soggetti passivi che rientrano nel regime di vantaggio, nel regime forfettario, nonché associazioni sportive e relative sezioni, che svolgono attività sportive e dilettentistiche.

Portale nazionale del sommerso

Al fine di monitorare il fenomeno del lavoro sommerso e rendere più efficace la programmazione delle attività ispettive e di vigilanza, le banche dati, di cui ex art. 10, d.lgs. 124/2004, attraverso le quali l’INPS e l’Ispettorato nazionale del lavoro condividono le risultanze degli accertamenti ispettivi eseguiti, sono ora sostituite da un portale unico nazionale, denominato Portale nazionale del sommerso, gestito dall’Ispettorato nazionale del lavoro, nel quale confluiscono anche le risultanze dell’attività ispettiva e di vigilanza dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Obiettivi del Programma nazionale di gestione dei rifiuti

I piani di gestione dei rifiuti, di cui all’art. 199, d.lgs. 152/2006, comprendono anche il piano di gestione delle macerie e dei materiali derivanti dal crollo e dalla demolizione di edifici e infrastrutture a seguito di evento sismico.

Tale piano sarà redatto in conformità alle linee guida adottate entro sei mesi dall’entrata in vigore della presente disposizione con Dpcm su proposta del Ministero della transizione ecologica e di concerto con la Conferenza permanente Stato, Regioni e Province Autonome.

Acquisizione dei servizi cloud istituzionali

Possibilità di ampliare il superamento del limite delle spese, di cui ex art. 1, comma 593, l. 160/2019 (l. di bilancio 2020) per acquisto di beni e servizi del settore informatico finanziate con il PNRR, anche per acquisizione dei servizi cloud infrastrutturali, nei limiti delle risorse disponibili a legislazione vigente.

PNRR e scuola

Al fine di supportare le istituzioni scolastiche per l’attuazione degli interventi legati al PNRR, relativi alla digitalizzazione delle scuole, è previsto, per ciascuno degli anni scolastici ricompresi tra l’anno scolastico 2022/2023 e 2025/2026, la costituzione di un numero di docenti e assistenti amministrativi pari a ottantacinque e un numero fino a un massimo di tre dirigenti scolastici da porre in posizione di comando presso l’Amministrazione centrale e presso gli Uffici scolastici regionali per la costituzione del Gruppo di supporto alle scuole.

Al fine di accelerare l’esecuzione degli interventi in materia di istruzione ricompresi nel PNRR e garantirne l’organicità, sono adottate misure di semplificazione relative, fra le altre, alla transizione digitale delle scuole, agli investimenti ricompresi nell’ambito del PNRR e alle azioni ricomprese nell’ambito delle programmazioni operative nazionali e complementari a valere sui fondi strutturali europei per l’istruzione. Riguardo la costruzione di scuole innovative dal punto di vista architettonico e strutturale, nonché sostenibili e con il massimo dell’efficienza energetica, il concorso di progettazione di cui ex art. 24, d.l. 152/2021, deve concludersi entro centosessanta giorni dalla pubblicazione del bando di concorso, oltre il quale gli enti locali possono procedere autonomamente allo sviluppo della progettazione così come in caso di assenza di proposte progettuali pervenute per il concorso o della loro inidoneità.

Resta fermo che il concorso di progettazione e i successivi livelli di progettazione sono affidati nei limiti delle risorse disponibili nei quadri economici di progetto indicati dagli enti locali in sede di candidatura delle aree.

Il documento con la scheda di riepilogo

A questo link è disponibile il documento completo in formato PDF.

 

0 0 votes
Article Rating
Fonte: ALI - Autonomie Locali Italiane (tratto da self-entilocali)
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments