Licenziamenti: differenze tra l’Italia e l’estero

lentepubblica.it • 3 Ottobre 2014

In Cina basta una lettera ai sindacati per dare il preavviso. Trenta giorni, poi il licenziamento individuale è cosa fatta con un indennizzo concesso a chi ha maturato almeno sei mesi di anzianità lavorativa. Gli Stati Uniti sono ancor più liberali e liberisti se – per paradosso – conviene avere il contratto a termine, perché almeno la libertà di recesso da parte del datore di lavoro è inibita fino a scadenza.

 

Continua a leggere dalla fonte: Corriere

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami