Divani e poltrone, un imperativo per l’arredo casa

lentepubblica.it • 23 Gennaio 2018

armchair-2608301_640Il comfort è diventato un imperativo categorico nell’arredo della propria casa: ecco alcune tendenze e consigli.


 

In Italia solo il 40% degli italiani pratica attività sportiva, la rimanente parte è sedentaria o semplicemente poco propensa.Non stupisce allora vedere l’esplosiva crescita delle vendite online anche di elementi di arredo casa, luogo prediletto sia dai poco avvezzi agli sforzi atletici, sia da chi merita il giusto riposo dopo ore di allenamento.

 

L’italiano moderno è sempre più attento ai prodotti che compongono il proprio arredo perché il benessere “post lavoro” è un must non riscattabile. Divani e poltrone, complementi la cui funzione supera di gran lunga il ruolo avuto in passato, devono adattarsi ad una lunga serie di caratteristiche funzionali ed estetiche.

 

Ma non solo. Divani e poltrone devono assolutamente essere il nido ideale per la vostra comodità: una poltrona o un divano esteticamente perfetti, ma scomodi, di certo non ottemperano al compito predestinato. Una poltrona confortevole, ovviamente, deve ad esempio contemplare la corretta regolazione dell’altezza dello schienale e la possibilità di associarvi un pouf o un poggiapiedi per assumere una posizione più comoda e di maggior relax.

 

Ma in base a quali criteri va orientata la scelta del consumatore?

 

Sicuramente punti cardinali ascrivibili a questo insieme sono:

 

  • Comodità
  • Resistenza
  • Estetica contemporanea
  • Praticità

 

Corrisponde perfettamente a questo identikit la poltroncina Scab Design, un nuovo modello di poltroncina in resina pieghevole adatta per l’uso sia interno che esterno, grazie alla sua resistenza ai raggi UV. Senza dubbio rappresenta una delle creature più ambite di un marchio leader nella produzione di arredo di alta qualità per la casa e per il giardino.

 

 

Esistono almeno altre tre caratteristiche importanti da tenere assolutamente in considerazione:

 

  • La forma, dove si esprime maggiormente la creatività dei designer;
  • Il materiale, che deve rispondere ad esigenze tattili e visive;
  • Il colore, il principale fattore che salta all’occhio.

 

Particolare preponderanza tra i tre fattori sopra citati è quello relativo ai materiali. Anche qui la scelta è ampia: cotone, lino, lana, velluto, pelle, seta o tessuti sintetici. La predilezione dev’essere orientata nei confronti di tessuti resistenti, facili da lavare e sfoderabili. Una scelta che diventa obbligata se si hanno bambini piccoli o animali domestici in casa, per mantenere un buon livello di igiene e pulizia.

 

Ed infine potrebbe essere anche importante, nonché eticamente corretto, fare l’occhiolino alla sostenibilità e alla tutela dell’ambiente. Sotto questo punto di vista il consiglio è quello di ricercare prodotti riciclabili, facilmente smaltibili una volta dismessi. Per questo motivo, chi adempie anche a questa scelta da consumatore consapevolmente civico sceglierà prodotti che sono costruiti con componenti che possono essere separati facilmente, così da favorire un processo di riciclaggio corretto.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami