fbpx

Come diventare massaggiatore riconosciuto

lentepubblica.it • 21 Maggio 2018

diventare-massaggiatore-riconosciutoAvete mai pensato di intraprendere la carriera di massaggiatore riconosciuto?


Noi di lentepubblica.it siamo molto interessati a realizzare degli articoli informativi che vi permettano di cambiare lavoro, di modificare i vostri sogni, di intraprendere nuove strade professionali. Ci sono grandi possibilità lavorative imparando un mestiere che è in grado di far trovare lavoro in maniera piuttosto facile.

 

Negli ultimi 10 anni, grazie al grande incremento di spa e centri termali la professione di massaggiatore non può che far altro che essere non solo richiesto ma anche molto interessante da studiare in qualsiasi momento della nostra vita. Infatti quello che ci preme come redazione e come persone è sempre la stessa indicazione: non pensate di non avere tempo di cambiare vita. La vita può cambiare ogni momento se siamo noi a volerlo.

 

In Italia c’è una bella tradizione in quelle che sono le scuole che insegnano corsi di massaggio professionale.

 

Una della scuole più famose, la scuola di massaggio professionale Diabasi, ha sedi in tutta Italia e sarà molto interessante parlarvi di come lavora, in una ventennale esperienza del settore.

 

Adesso vediamo insieme come poter diventare massaggiatore riconosciuto, quali sono i corsi che possiamo seguire e quali sono gli sbocchi lavorativi a cui possiamo ambire.

Come diventare un massaggiatore riconosciuto

 

 

In una scuola professionale di solito si viene seguiti da un tutor che, dal primo giorno in cui il possibile studente mette piede nella scuola, accompagna il novizio in quello che è un percorso prima di studi e poi lavorativo. Una scuola professionale di alto livello è comunque una scuola che rilascia dei diplomi europei di massaggio.

 

Infatti, anche in questo caso,  i diplomi che vengono rilasciati possono essere usati in ogni paese che fa parte della comunità europea. Il tutor, poi, sarà in grado di aiutarvi anche in quello che può essere considerato uno step successivo.

 

La scuola fa parte del circuito CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) e tutto ciò comporta che nell’eventualità si voglia intraprendere una carriera da massaggiatore sportivo tutto questo possa permettere un salto di qualità in più con un attestato che lega il diploma al Coni.

 

Ma andiamo a vedere insieme, ora che più o meno abbiamo capito che saremo seguiti in tutto il percorso quali sono i corsi principali che si possono seguire.

I corsi di massaggio

 

 

I corsi di massaggio, principalmente sono 4 e sono decisamente in grado di soddisfare tutte le possibilità lavorative a cui possiamo aspirare:

 

  • corso di massaggio base
  • corso di massaggio olistico
  • corso di massaggio ayurvedico
  • corso di massaggio sportivo

 

Il corso di massaggio base è quello che ognuno di noi dovrebbe pensare di fare se ha intenzione di intraprendere questo mestiere. Non sapere dove mettere le mani, non avere un attimo di conoscenza dal punto di vista anatomico della persona che si va a massaggiare non è possibile.

 

Questo tipo di corso insegna le tecniche principali di manipolazione e anche il nome dei muscoli su cui andiamo a lavorare. Di solito chi conclude in maniera soddisfacente questo primo percorso è in grado di lavorare su un cliente per un’ora intera.

 

Il corso di massaggio olistico è un corso che accompagna coloro che vogliono imparare un massaggio che è completamente estetico e rilassante, quindi perfetto per centri estetici e spa. Questo il corso che viene più seguito da coloro che hanno voglia di intraprendere questa carriera che è molto richiesta.

 

Disciplina che coglie la bellezza dell’arte orientale è tutta orientata al rilassamento del corpo grazie a svariate tecniche molto poco invasive ma ficcanti come risultato.

 

Il corso di massaggio ayurvedico è uno di quelli che mette insieme il corso di massaggio olistico con la medicina tradizionale orientale.

 

Dopo millenni e grazie al modo in cui vengono manipolati dei punti di energia questa può essere considerata una disciplina che consente di poter lavorare sul corpo e al tempo stesso sulla mente del cliente che ha proprio voglia di tirare fuori, da un’ora di massaggio, un modo nuovo di affrontare la giornata, completamente ristrutturato dopo una serie di impegni stressanti.

 

Il corso di massaggio sportivo è quello che più è in funzione dell’atleta con cui lavoriamo.

 

Si impara a defatigare i muscoli, è bene imparare come eccitare o non stressare i ricettori nervosi.

 

Ancora meglio si può decidere quando lavorare se prima, durante o dopo la gara.

 

Con la possibilità del diploma CSEN si può riuscire a lavorare in tutti i centri Coni che sono dislocati sul territorio.

E gli sbocchi lavorativi quindi?

 

 

Grazie anche all’aiuto di un commercialista che è a disposizione della scuola si può riuscire a capire quale possa essere lo sbocco preferito per voi. Si può pensare di fare un contratto come dipendente in quella che è una qualsiasi società che ha bisogno di un massaggiatore ma di certo si può anche pensare di lavorare in proprio aprendo uno studio di massaggi o di lavorare come libero professionista con una partita Iva.

 

Questo tipo di opportunità non è di certo una di quelle che, probabilmente, 20 anni aveva poi chissà quanti campi lavorativi da esplorare. Ma in questo particolare momento è chiaro che tutto quello che ne viene fuori è una branca professionale che forse non avevamo ancora messo in conto.

 

Il consiglio di tutta la redazione è certamente quello di richiedere informazioni alla sede più vicina alla propria città e di certo di non lasciarsi prendere dall’idea di essere troppo vecchi per cambiare vita.

 

Perché quello che è il nostro consiglio non può non essere che questo: non abbiate paura di seguire corsi in una scuola professionale, corsi che di solito sono nel weekend proprio per non incidere in maniera probante su quelli che sono gli impegni della vostra vita di tutti i giorni.

 

Avete voglia di prendervi un po’ di tempo per richiedere delle informazioni a chi di dovere e che può aiutarvi a scegliere quella che può essere la professione della vostra vita? Allora non perdete tempo, è più che chiaro che ci sia bisogno di voi.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami