lentepubblica

Documento di Gara Unico Europeo: guida allo strumento che semplifica gli Appalti

lentepubblica.it • 9 Giugno 2022

Documento-di-Gara-Unico-Europeo-guidaIl Documento di Gara Unico Europeo: guida allo strumento di semplificazione delle procedure di appalto pubblico nell’UE.


L’eDGUE-IT, l’autodichiarazione con cui gli operatori economici attestano il possesso dei requisiti per partecipare alle gare d’appalto in Italia e in Europa, ha subito un’importante evoluzione grazie alle specifiche tecniche emanate da AgID nel 2021.

Stazioni appaltanti e fornitori sono ora tenuti ad adeguarsi a tali specifiche per poter produrre richiesta e risposta di DGUE.

Chi deve compilare il DGUE e in quali fasi della gara d’appalto?

Il DGUE elettronico viene utilizzato in due fasi principali della procedura di gara:

  • durante la pubblicazione, quando la Stazione Appaltante genera la Richiesta di DGUE (DGUE Request);
  • nella fase di presentazione delle offerte, quando l’operatore economico compila la richiesta della S.A. e produce la Risposta di DGUE (DGUE Response).

Per quali tipologie di gara è necessaria la compilazione del DGUE?

A questa domanda risponde il comunicato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti relativo alle Linee Guida per la compilazione, pubblicato in Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n.170 del 22.07.2016: la compilazione del modello di formulario di DGUE è obbligatoria per tutte le gare d’appalto di lavori, servizi e forniture nei settori ordinari e nei settori speciali, oltre che per le procedure di affidamento di contratti di concessione e di partenariato pubblico-privato disciplinate dal Codice.

Esistono tuttavia alcune limitate eccezioni, rappresentate ad esempio dagli affidamenti diretti il cui importo non supera i 5.000 euro, per i quali il DGUE non è obbligatorio (Linee Guida ANAC n. 4).

eDGUE-IT, il nuovo servizio sperimentale online da marzo 2022

Dopo aver emanato le specifiche tecniche per il DGUE elettronico italiano nel 2021, lo scorso marzo è stato introdotto su iniziativa di Consip e AgID il servizio sperimentale online di compilazione e riutilizzo del DGUE, che implementa tali specifiche in una nuova piattaforma digitale, progettata per essere interoperabile con i sistemi telematici per l’e-Procurement.

Come già noto agli addetti di settore, la compilazione del DGUE è obbligatoria in formato elettronico dal 2018. La novità del servizio sperimentale è che consente di produrre il documento nel formato strutturato .xml, secondo modalità che recepiscono sia il modello di scambio dei dati dell’ESPD (European Single Procurement Document, definito dalla Commissione Europea) che le modalità tecniche individuate da AgID per la versione elettronica italiana.

Acquisti Telematici 9.0:  compilazione integrata dell’eDGUE-IT conforme alle specifiche AgID

Con l’ultima release 9.0, la piattaforma per il procurement pubblico Acquisti Telematici include il DGUE elettronico – in ottemperanza alle specifiche tecniche emanate da AgID – guidando in modo semplice e intuitivo sia le stazioni appaltanti che gli operatori economici nella predisposizione del documento.

Nella fase di creazione della gara dedicata ai documenti amministrativi, la S.A. può creare la Richiesta di DGUE, ovvero l’insieme di criteri e domande che compongono il DGUE elettronico.

La request viene compilata in maniera predefinita con:

  • Informazioni inserite nella procedura di gara
  • Requisiti e criteri obbligatori (dichiarazioni art. 80, ecc.)

La stazione appaltante potrà inoltre personalizzare la Richiesta di DGUE aggiungendo ulteriori requisiti o domande, da selezionare su comodi modelli preimpostati.

La request verrà poi verificata e validata in automatico prima della pubblicazione, per dare modo alla S.A. di correggere eventuali errori o mancanze prima che il fornitore ne prenda visione.

Allo stesso modo, il fornitore potrà compilare la Risposta di DGUE nella propria area riservata, ricevendo feedback di errore nel caso vi siano informazioni mancanti tra quelle richieste dall’Ente. Dopo aver generato la response, il documento sarà disponibile per l’esportazione in formato .xml e .pdf, e potrà essere riutilizzato anche su altri sistemi.

Con l’aggiunta dell’eDGUE-it, la gamma di funzionalità della suite software Acquisti Telematici diventa ancora più completa e conferma l’impegno costante di DigitalPA a fornire alle Pubbliche Amministrazioni soluzioni digitali sempre al passo con ogni aggiornamento normativo.

Esplora tutte le funzionalità di Acquisti Telematici di cui può beneficiare la tua stazione appaltante con un consulente.

5 1 vote
Article Rating
Fonte: DigitalPA (www.digitalpa.it)
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments