lentepubblica

Ufficiale il DPCM 24 Ottobre, Conte lo ha firmato: ecco tutte le novità

lentepubblica.it • 26 Ottobre 2020

dpcm-25-ottobreIl Premier Giuseppe Conte ha ufficializzato il nuovo DPCM 24 Ottobre per frenare l’impennata dei contagi da Covid-19: ecco cosa cambia.


Via libera da palazzo Chigi al nuovo Dpcm che entrerà in vigore dal 26 ottobre fino al 24 novembre.

Visto il record di contagi registrato in questi giorni (numeri mai così alti dall’inizio della pandemia) si rafforzano le restrizioni anti Coronavirus.

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha così firmato il DPCM 24 Ottobre 2020. Il testo è stato firmato nel corso della notte, a quanto si apprende da fonti di Governo.

Il premier si è dichiarato “pronto ad intervenire nuovamente se necessario” e deciso a “non smarrire la ratio unitaria dell’intervento all’emergenza.”

Il Dpcm che il presidente del Consiglio ha firmato adesso prevede una stretta decisa per limitare gli assembramenti e ridurre ulteriormente le occasioni di contatto tra estranei, che gli esperti ritengono ad alto rischio di contagio.

Il testo definitivo del Dpcm del 24 ottobre

Per consultare il DPCM pubblicato in Gazzetta Ufficiale potete cliccare qui.

A questo link potete consultare il testo definitivo del DPCM appena firmato.

Il DPCM 24 Ottobre: tutte le novità

Tra le varie misure che prevede il Decreto non ci sono, ancora, limitazioni al diritto di movimento tra Regioni e Città dei Cittadini. Quindi, per il momento, niente lockdown generalizzato.

Tuttavia:

“È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”.

A differenza del DPCM 18 Ottobre stavolta arriva lo stop a palestre e centri sportivi.

Stretta su bar e ristorazione: a decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. L’asporto e il servizio a domicilio è consentito fino a mezzanotte.

Per quanto non vengano fermate le cerimonie anche religiose, come battesimi e matrimoni, sono vietate le feste che ne seguono, con l’eliminazione quindi del limite dei 30 partecipanti in vigore con il precedente Dpcm.

Inoltre sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò. Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto.

Invece non si prevede uno stop generalizzato per le attività didattiche: alle superiori, tuttavia, si raccomanda l’implementazione della didattica a distanza.

Restano sospese tutte le attività congressistiche e congressuali: si potranno tenere solo a distanza.

I governatori ieri con una lettera avevano chiesto che fosse scongiurata la sostanziale cancellazione della cena al ristorante nei giorni festivi, fissando la chiusura per le 23.

Il premier, ha tenuto una conferenza stampa alle ore 13:30 del 25 Ottobre a Palazzo Chigi per presentare il dpcm con le nuove misure anti-covid, e potete visualizzarla qui di seguito.

5 2 votes
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco Di Martino
Francesco Di Martino
27 Ottobre 2020 19:12

Sono d’accordo con quanto stabilito dal DPCM recente. Bisogna fare di tutto per cooperare ad aiutare le classi meno fortunate e dare dignità a italiani e non.