E-commerce di comunità, un esempio virtuoso

lentepubblica.it • 15 Settembre 2017

e commerce comuni virtuosiLe persone hanno meno tempo e sono sempre connesse; le ore che prima trascorrevano facendo acquisti nei negozi e nei centri commerciali ora le passano davanti ad uno schermo, con la possibilità di scegliere tra un numero infinito di articoli?


 

L’amministrazione di Appignano ha capito il trend ed ha varato il progetto “Appignano.shop”. “Il portale – spiega il sindaco Osvaldo Messi – unisce tutte le attività commerciali locali. Fungerà da aggregatore di visite, con la possibilità di posizionarsi nelle ricerche di Google in maniera più elevata rispetto a quello che farebbero tanti piccoli siti. Ogni azienda avrà il suo spazio e la sua autonomia, ma soprattutto potrà optare per avere a disposizione un e-commerce. Potrà farsi conoscere ed al contempo lanciare un commercio online dei suoi prodotti. Siamo profondamente convinti che la scelta di fare rete e di creare un sistema paese sia l’unica percorribile per dare a tutti una nuova opportunità economica”.

 

L’idea ha raccolto il favore di maggioranza e opposizione in consiglio comunale. “In effetti – informa Daniela Zepponi, che cura i contenuti del portale – procediamo con il totale assenso. Abbiamo già effettuato una riunione preliminare con l’assessore al turismo, Alessia Tarabelli, il consigliere Mariano Calamita ed i rappresentanti delle aziende ed una seconda è prevista per la fine di settembre”.

 

L’idea dell’amministrazione è al passo con i tempi. Invece di detassare, fattore che avrebbe abbracciato un arco di tempo limitato, ha optato per mettere a disposizione delle aziende, finora una decina, uno spazio digitale per farle conoscere meglio dai concittadini e per stimolare clienti da fuori comune. “Contiamo – conclude la Zepponi – di arrivare a venti adesioni”.

 

PER APPROFONDIRE

Fonte: Associazione dei Comuni Virtuosi
avatar
  Subscribe  
Notificami