fbpx

Estate al mare: il Codacons detta il decalogo con le regole del bon ton

lentepubblica.it • 7 Agosto 2019

estate-mare-codaconsEstate al mare: il Codacons ha pensato bene di stilare un decalogo per la convinvenza civile all’insegna dell’educazione sotto l’ombrellone.


Nasce così dall’elaborazione delle proteste ricevute dall’associazione di consumatori un autentico vademecum del bon ton da portarsi sotto l’ombrellone e soprattutto da tenere ben presente e utilizzare in ogni occasione.

Qualche punto potrà anche sembrare ovvio, peccato che nessuno lo rispetti.

Estate al mare: il Codacons detta il decalogo del bon ton

L’associazione Codacons invita pertanto gli stabilimenti balneari di tutta Italia ad esporre questo decalogo, in modo da rendere le vacanze più piacevoli per tutti.  E in modo da rendere le vacanze più piacevoli per tutti.

Telefonino

Al vicino di ombrellone, che magari sta cercando di fare un meritato riposino, non interessa sapere i fatti vostri. Se proprio non potete farne a meno, escludete la suoneria, i toni della tastiera e conversate almeno a voce bassa. Se volete ascoltare la radio, infine, fatelo con la cuffia.

Social network

Gli altri bagnanti potrebbero non gradire essere ripresi in immagini, video e dirette, né essere fotografati a loro insaputa e finire sulla pagine Fb o Instagram altrui. Si rischia inoltre di violare il diritto alla privacy e di commettere veri e propri reati.

Non invadere gli spazi altrui

Rispettate lo spazio a voi destinato senza invadere l’ombrellone del vicino. Anche lui ha diritto al suo spazio vitale.

Schizzi e spruzzi

Entrate in acqua gradatamente. Se non lo volete fare, peggio per voi. Ma almeno evitate di tuffarvi con dei tonfi da barile schizzando il vicino che da ore sta cercando di adattarsi gradatamente alla temperatura dell’acqua gelata.

Non state inoltre 3 ore sotto la doccia creando code chilometriche. La doccia al mare deve servire a rinfrescarvi non a lavarvi. Non usate poi saponi o shampoo: inquinano il mare.

Campo di calcio

La spiaggia non è un campo di calcio. Se c’è uno spazio allestito allo scopo, ben venga una partitella, altrimenti ricordatevi che gli altri non sono contenti di ricevere le vostre pallonate in testa o sulla pancia. Stesso discorso per racchettoni o frisbee.

Il mare non è una pattumiera!

Non gettate le cicche di sigarette o la carta del gelato sulla sabbia. I resti del vostro pranzo non sono cibo per pesci. Cercate gli appositi cestini!

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami