fbpx

Espulsa dall’Italia l’attivista FEMEN che si è spogliata al seggio

lentepubblica.it • 5 Marzo 2018

donne che si spoglianoL’attivista di Femen che a Milano si è denudata mentre Silvio Berlusconi stava uscendo dal suo seggio è stata espulsa dall’Italia.


Pugno di ferro delle autorità milanesi contro la “Femen” che ha contestato Silvio Berlusconi nel seggio elettorale di via Scrosati a Milano (zona Bande Nere) “spuntando” da dietro il tavolo del presidente di seggio e balzando in piedi a seno nudo urlando all’ex presidente del consiglio (non candidato) di essere “scaduto”.

 

FEMEN : Berlusconi, sei scaduto !

Berlusconi, sei scaduto! Berlusconi, Time's Up! On this day of Italian legislative election, the international day of fight against sexual exploitation, Femen faced il cavaliere Berlusconi to announce him that his time was exceeded. TIME'S UP on Berlusconi. Time's up on sexism! Berlusconi has a long political career, made of corruption and sexism with infamous sex parties with underaged girls, frequent use of prostitution , as well as outrageously sexist comments about women. The latest incident came only few days ago when he told BBC journalist Sofia Bettina that "no one will marry her" because of her strong handshake. But Femen does not forget and does not forgive. We face Berlusconi now a second time as he attempts to get back to power. Femen does not forget the Rubygate, does not forget the exploitation of young girls, does not forget the misogynistic attacks, does not forget the coalition with the extreme right wing, does not forget the fascistic words (" Mussolini did not kill opponents, he sent them on holiday in exile"). As women's voices sound louder this year year and demand more, today, as we protest, we do not forget that Asia Argento, the first woman to lodge a complaint against Harvey Weinstein, had to leave her native Italy. We do not forget Laura Boldrini, President of the Chamber of Deputies, who for denouncing sexism and affirmed her feminist positions has received death threats.Because time's up on sexism and misogyny! Time's up on those like Berlusconi. So on this day of elections, together with the women of the world we tell il cavaliere that his time is over!Berlusconi, sei scaduto!—–Berlusconi, il tempo è scadutoBerlusconi, sei scadutoEn ce jour d’élection italienne, journée internationale de lutte contre l’exploitation sexuelle, une activiste Femen a interpellé il cavaliere pour lui faire comprendre que son temps était dépassé. TIME’S UP. Berlusconi a derrière lui une longue carrière, faite de corruption, de chantage, de main mise sur la presse nationale et les communications,de sexisme, d’organisations de soirées a but sexuel avec des jeunes filles mineures, d’usage fréquent de la prostitution, et tant d’autres faits qu’il serait difficile d’en faire un seul article. Mais Femen n’oublie pas. Femen n’oublie pas le Rubygate, n’oublie pas l’exploitation de jeunes filles, n’oublie pas les attaques misogynes, n’oublie pas non plus la coalition avec l’extrême droite, n’oublie pas les paroles fascisantes ( « Mussolini n’a pas tué d’opposants, il les a envoyé en vacances en exil », ironie macabre d’un sombre cavalier ). En cette année chargée par la libération de la parole des femmes, et aussi de l’écoute de cette parole, nous n’oublions pas qu’Asia Argento, première femme à avoir porté plainte contre Harvey Weinstein, a dû quitter son Italie natale. Nous n’oublions pas Laura Boldrini, présidente de la chambre des députés, qui pour avoir dénoncer le sexisme et affirmé ses positions féministes a reçu des menaces de mort. Car oui, là où rôde l’extrême droite, rode le sexisme. Et la mort guette les femmes qui tentent de se libérer. Alors en ce jour d’élections, rappelons que le temps des cavalieri est terminé! Berlusconi, sei scaduto!TIME’S UP!—-Berlusconi, il tempo è scaduto, Berlusconi sei scaduto. In questa giornata di elezioni italiane, giornata internazionale contro lo sfruttamento sessuale, un'attivista Femen interpella il cavaliere per dirgli che il suo tempo è finito. TIME'S UP. Berlusconi ha dietro di lui una lunga carriera fatta di corruzione, ricatti, mano messa sui media e le communicazioni nazionali, organizzazione di serate a carattere sessuale con ragazze minoreni, uso frequente della prostituzione, e talmente altre fatti che sarebbe difficile riunirli in un articolo solo. Ma Femen non dimentica. Femen non dimentica il Rubygate, non dimentica lo sfruttamento di ragazze, non dimentica gli attachi misogini, non dimentica nemmeno la coalizione con l'estrema destra, non dimentica le parole fasciste (" Mussolini non ha mai ammazzato nessuno, Mussolini mandava la gente a fare vacanza al confino" macabra ironia di un oscuro cavaliere ). In queso anno carico dalla liberazione della parola delle donne, e dell'ascolto di questa parola, non dimentichiamo che Asia Argento, primo donna ad aver presentato una denuncia contro Harvey Weinstein, ha dovuto lasciare la sua Italia natale. Non dimentichiamo Laura Boldrini, presidente della camera dei deputati che, per aver denunciato il sessismo e aver affermato posizioni feministe ha ricevuto minacce di morte. Perché dov'è l'estrema destra e il fascismo è anche il sessismo. E la morte è in agguato per le donne che provano a liberarsene. Allora in questa giornata di elezioni, ricordiamoci che il tempo dei cavalieri è finito ! Berlusconi sei scaduto ! Time's up !

Pubblicato da FEMEN su domenica 4 marzo 2018

 

 

Melodie Mousavi Nameghi, 30 anni a novembre, si sarebbe confusa tra i cronisti che attendevano Berlusconi al seggio mostrando un tesserino con l’intestazione ‘Cinema World Press’. Poi quando il leader di Forza Italia stava per lasciare l’aula della scuola di via Scrosati, la ragazza all’improvviso è salita su un banco dal quale in topless gli ha gridato la frase che aveva scritto sul corpo: “Sei scaduto”.

 

Si è poi lasciata portar via dalla polizia, che invece assieme ai carabinieri cinque anni fa aveva fatto una gran fatica a bloccare e calmare le tre contestatrici, ed è poi stata identificata in questura. Indagata per resistenza a pubblico ufficiale e per aver provocato disordini durante le operazioni elettorali, in serata è stata rimpatriata in Francia.

 

Oltre all’allontanamento, proposto dal questore Marcello Cardona e accolto dal prefetto Luciana Lamorgese, alla donna è stato inibito il reingresso in Italia per cinque anni. Non si è scomposto Berlusconi che ha prima sorriso, poi si è allontanato e infine è rientrato nel seggio per votare.

 

Il successivo provvedimento di allontanamento è stato preso in base all’art. 20 del decreto legislativo del 2007 che disciplina la libera circolazione e il soggiorno di cittadini comunitari all’interno del territorio italiano. Al comma 4 si legge che i cittadini dell’Ue che hanno acquisito il diritto di soggiorno permanente “possono essere allontanati solo per gravi motivi di ordine e di sicurezza pubblica”.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami