fbpx

Finalmente avviati i rimborsi per aerei, mezzi speciali e congegni

lentepubblica.it • 22 Settembre 2014

Gli operatori economici con codice attività 30.30.09 atterrano nel modello Iva TR. La loro discesa in pista è programmata a partire dal credito relativo al terzo trimestre 2014

Aggiornate, a seguito dell’inserimento dei fabbricanti di aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi fra i contribuenti ammessi alla restituzione dell’Iva in via prioritaria, le istruzioni per la compilazione del modello Iva TR, da utilizzare per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito trimestrale.
Ad approvarle, il provvedimento del 19 settembre 2014, che ha dato il via libera anche alle nuove specifiche tecniche per la trasmissione dei dati.

La “manutenzione” si è resa necessaria per adeguare le istruzioni alle disposizioni introdotte dal decreto 10 luglio 2014, che ha individuato un’ulteriore categoria di contribuenti per i quali i rimborsi di cui all’articolo 38-bis del Dpr 633/1972 sono eseguiti in via prioritaria (vedi “Rimborsi Iva ‘supersonici’ per i mezzi di trasporto spaziali”).
Le istruzioni e le specifiche tecniche ora aggiornate sostituiscono quelle approvate con provvedimento del 26 marzo scorso, insieme al modello Iva TR (che invece non subisce modifiche), e andranno utilizzate a decorrere dalle richieste di rimborso o di utilizzo in compensazione del credito relativo al terzo trimestre dell’anno d’imposta 2014.

Modello Iva TR: a cosa serve e come utilizzarlo
Il modello Iva TR deve essere presentato per richiedere il rimborso del credito Iva trimestrale o per il suo utilizzo in compensazione. Devono adoperarlo, pertanto, i contribuenti che, nel trimestre, hanno realizzato un’eccedenza di imposta detraibile superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere, in tutto o in parte, il rimborso di tale eccedenza ovvero intendono utilizzare il credito in compensazione con altri tributi, contributi e premi.

Nel modello vanno indicati i dati anagrafici e fiscali del contribuente, nonché quelli contabili, come richiesti nei quadri TA (operazioni attive), TB (operazioni passive), TC (determinazione del credito) e TD (presupposti, rimborso e/o compensazione, altri dati), validi per tutti i richiedenti. Il quadro TE (prospetto riepilogativo) è riservato all’ente o società controllante per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale del gruppo.

Il modello Iva TR e le relative istruzioni sono disponibili gratuitamente, in formato elettronico, sul sito dell’Agenzia delle Entrate e su quello del ministero dell’Economia e delle Finanze.
La presentazione deve avvenire, esclusivamente per via telematica, entro l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati.

Contribuenti ammessi all’erogazione prioritaria del rimborso
La casella “contribuenti ammessi all’erogazione prioritaria del rimborso” è riservata a coloro che rientrano tra le categorie, individuate da appositi decreti Mef, per le quali è prevista l’erogazione dei rimborsi in via prioritaria entro tre mesi dalla richiesta. Si tratta, oltre che degli ultimi arrivati (cioè i fabbricanti di aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi), di:

  • subappaltatori edili che effettuano prevalentemente prestazioni di servizi con applicazione del meccanismo del reverse charge (Dm 22 marzo 2007)
  • operatori economici che si occupano del recupero e della preparazione per il riciclaggio di cascami e rottami metallici (cosiddetti “ferrosi”) (Dm 25 maggio 2007)
  • operatori economici che producono zinco, piombo, stagno e semilavorati (Dm 18 luglio 2007)
  • produttori di alluminio e semilavorati (Dm 21 dicembre 2007).

 

FONTE: Fisco Oggi – Rivista Telematica dell’Agenzia delle Entrate

AUTORE: Sonia Angeli

 

stazione spaziale

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami