lentepubblica

Finanziamento alle Imprese vittime di mancati pagamenti

lentepubblica.it • 15 Dicembre 2016

chiusura-partita-iva-bigSulla Gazzetta Ufficiale del 13 dicembre 2016 è stato pubblicato il decreto 17 ottobre 2016  del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede i  “Criteri e modalita’ per la concessione di finanziamenti agevolati in favore delle imprese vittime di mancati pagamenti”.

 

Il decreto ha lo scopo di ripristinare la liquidita’ delle PMI in  crisi  in quanto  vittime  di  mancati pagamenti da parte di imprese debitrici imputate dei delitti  di  cui agli  articoli  629  (estorsione),  640  (truffa),  641   (insolvenza fraudolenta) del codice penale e di  cui  all’art.  2621  del  codice civile (false comunicazioni sociali).

http://consulenzaappalti.net/2016/12/15/finanziamenti-imprese-vittime-mancati-pagamenti/

 

Possono ottenere i finanziamenti agevolati le piccole e medie imprese (PMI) e i professionisti che, tra l’altro:

  1. risultino parti offese in un procedimento penale – avviato in data precedente la presentazione della domanda – avente per oggetto mancati pagamenti da parte di debitori imputati dei delitti, commessi nell’ambito dell’attività d’impresa, di cui agli articoli:
    1. 629 del codice penale (estorsione);
    2. 640 del codice penale (truffa);
    3. 641 del codice penale (insolvenza fraudolenta);
    4. 2621 del codice civile (false comunicazioni sociali);
    5. 216 della legge fallimentare (bancarotta fraudolenta);
    6. 217 della legge fallimentare (bancarotta semplice);
    7. 218 della legge fallimentare (ricorso abusivo al credito);
    8. 223 della legge fallimentare (fatti di bancarotta fraudolenta);
    9. 224 della legge fallimentare (fatti di bancarotta semplice);
    10. 225 della legge fallimentare (ricorso abusivo al credito).
  2. si trovino in una situazione di potenziale crisi di liquidità a causa dei mancati pagamenti da parte dei debitori imputati (crediti non incassati nei confronti dei debitori imputati pari almeno al 20% del totale dei “Crediti verso clienti” di cui alla lettera C) II – 1) dell’articolo 2424 del codice civile);
  3. presentino sufficienti capacità di rimborso del finanziamento agevolato.
0 0 votes
Article Rating
Fonte: articolo dell' Avv. Angelo Lucio Lacerenza - (http://www.linkedin.com/pub/angelo-lucio-lacerenza/5/952/5a4)
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments