lentepubblica

Firma documenti online con SPID: ecco come fare

lentepubblica.it • 16 Maggio 2022

firma-documenti-online-con-spidFirmare un atto, un contratto e qualsiasi documento rendendolo legalmente valido è molto importante: vediamo in che modo si può apporre una firma sui documenti online con SPID.


Ricordiamo che per Identità SPID (acronimo di Sistema Pubblico d’Identità Digitale) si intende l’identità digitale del cittadino con la quale poter accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, come l’INPS o l’Agenzia delle Entrate.

L’Identità SPID è diventata obbligatoria col Decreto Semplificazioni di luglio 2020. Si tratta, quindi, di uno strumento indispensabile per i servizi online degli enti pubblici, compresa la richiesta di agevolazioni e indennità.

Scopriamo oggi in questo breve approfondimento come si può apporre una firma elettronica o digitale a un documento tramite SPID.

Che cos’è la firma digitale?

La firma digitale è un metodo matematico teso a dimostrare l’autenticità di un messaggio o di un documento digitale inviato tra mittente e destinatario attraverso un canale di comunicazione non sicuro, garantendo al destinatario che:

  • il mittente del messaggio sia chi dice di essere (autenticazione),
  • il mittente non possa negare di averlo inviato (non ripudio)
  • il messaggio non sia stato alterato lungo il percorso dal mittente al destinatario (integrità).

Le firme digitali si basano su schemi o protocolli crittografici comunemente usati nella distribuzione di software, nelle transazioni finanziarie e in altri casi in cui si debba rilevare la falsificazione o l’alterazione del messaggio.

Possono dotarsi di firma digitale tutte le persone fisiche: cittadini, amministratori e dipendenti di società e pubbliche amministrazioni. È possibile rivolgersi ai prestatori di servizi fiduciari qualificati autorizzati da AgID che garantiscono l’identità dei soggetti che utilizzano la firma digitale.

Firma documenti online con SPID firma-online-referendum-come-funziona

La firma digitale può essere ottenuta anche utilizzando lo SPID come sistema di riconoscimento.

Di questo processo fanno parte i seguenti soggetti:

  • il Service Provider (SP), ovvero il fornitore del servizio online di firma con SPID
  • l’Identity Provider (IdP), ovvero il fornitore del servizio SPID (poste italiane, Aruba.it, ecc.)

Tra i certificatori che hanno reso disponibile questa possibilità, sono attualmente attivi Infocert, Namirial (fornisce anche la possibilità di effettuare una sola firma (firma usa e getta) e Intesi Group.

I servizi prevedono l’accesso con credenziali SPID di livello 2 (maggiori informazioni sui livelli sicurezza SPID a questo link). In questo modo il cittadino ha la possibilità di dimostrare con certezza la sua l’identità e ottenere la firma digitale.

Il processo, in sintesi, si articola attraverso i seguenti step:

  • l’utente (il firmatario) clicca sul pulsante FIRMA CON SPID (autenticandosi tramite il proprio IdP)
  • il SP invia il documento con il proprio sigillo all’IdP (per verificare l’identità del firmatario)
  • l’IdP (previa nuova autenticazione da parte del firmatario) appone il sigillo e restituisce il documento firmato all’SP
  • l’SP rende disponibile al firmatario la versione firmata del documento

Le linee guida AgID

Infine si ricorda che AgID ha emanato le Linee Guida che consentono di firmare documenti online con SPID, in conformità all’art. 20 del CAD.

Obiettivo delle Linee Guida è quello di favorire il processo di completa digitalizzazione dei documenti.

Grazie alla loro entrata in vigore sarà possibile firmare atti e contratti attraverso SPID con lo stesso valore giuridico della firma autografa, soddisfacendo, così, il requisito della forma scritta e producendo gli effetti dell’art. 2702 del codice civile.

I cittadini avranno così a disposizione anche un altro strumento digitale per sottoscrivere documenti con validità giuridica, oltre alla già esistente firma elettronica qualificata.

Le nuove regole disciplinano le modalità con cui i fornitori di servizi online possono permettere agli utenti di sottoscrivere atti e contratti tramite la loro identità digitale.

Il sistema può essere utilizzato sia dai fornitori di servizi privati sia dalle Pubbliche Amministrazioni e consente di sostituire la firma autografa nella quasi totalità dei casi.

A questo link potete consultare il testo completo delle linee guida dell’AgID.

 

4 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments