fbpx

Come scegliere i migliori sanitari per il proprio bagno

lentepubblica.it • 28 Maggio 2018

i-migliori-sanitari-per-il-proprio-bagnoIl bagno: un luogo che oramai esula dalla semplice routine quotidiana, diventando uno spazio da arredare secondo i propri gusti personali. Per questo la scelta dei sanitari ne è diventato parte fondamentale.


Nell’arredamento di casa, infatti, il bagno è stato nobilitato acquisendo una posizione di tutto rispetto e che riveste la stessa importanza delle altre stanze. Ed ogni bagno che si rispetti necessità di sanitari di qualità.

 

Ovviamente la scelta dei sanitari bagno non può prescindere dalla struttura della stanza: la scelta, infatti, deve collimare con il tipo di spazio offerto dalla propria abitazione.

 

Per evitare costi di muratura inutili è pertanto imprescindibile adattare questa scelta con l’ambiente adatto: questo senza rinunciare all’importanza del fattore estetico.

 

Quali sono nello specifico questi sanitari?

 

Oltre ai sanitari per il bagno classici, come lavandino, bidet, piatto doccia e toilette, esistono anche molti altri accessori come vasche idromassaggio e altri accessori necessari all’installazione, come pilette di scarico, sifoni per lavabo, staffe per sanitari sospesi e molto altro.

 

Come installare i sanitari

 

Quali possono essere le soluzioni migliori per effettuare l’installazione dei sanitari nel proprio bagno?  Esistono, generalmente, due opzioni:

 

  • I sanitari posizionati a terra
  • Oppure i sanitari sospesi

 

La differenza principale è data dalla collocazione finale delle tubature, che varierà in base alle scelta dell’una o dell’altra tipologia. Per questo potrebbe essere intelligente affidarsi al proprio idraulico di fiducia, sotto questo punto di vista.

 

Scegliere la prima o la seconda opzione, inoltre, comporta differenze di svariato tipo.

 

I sanitari posizionati a terra, ad esempio, rappresentano una soluzione all’insegna della stabilità e della sicurezza, con una durata nel tempo molto elevata.

 

D’altro canto i sanitari sospesi rappresentano un trend in crescita: questi invece hanno un miglior impatto estetico e possono presentare una maggiore facilità per quanto riguarda la pulizia dei pavimenti.

 

E a livello estetico?

 

Durezza, brillantezza e maggiore resistenza a macchie, a sporco e abrasioni. Questi requisiti sono i principali nei desideri degli acquirenti. Ma non solo.

 

Ovviamente è necessario anche fare l’occhiolino al lato estetico. L’obiettivo, infatti, è rifuggire da un ambiente cupo e ombroso e far sì che questo sia elegante, allegro, colorato.

 

Serve dunque una via di mezzo giusta tra un asettico bianco e un iperbolico ambiente bagno troppo multicolore. Il colore aiuta anche a scandire meglio lo spazio: le diverse tinte riescono a riproporzionare visivamente gli ambienti.

 

Ad esempio, per un bagno piccolo, per i sanitari sono migliori toni chiari, che riescano ad ampliare almeno a livello ottico l’ambiente.

 

Ma esistono agevolazioni fiscali sul restyling dei propri sanitari?

 

Il rifacimento del bagno è uno degli interventi più frequenti in casa. Ed il rifacimento totale del bagno è un intervento di manutenzione straordinaria che beneficia del Bonus ristrutturazione del 50%. In più, è possibile usufruire del Bonus mobili per l’acquisto di mobili per il bagno.

 

Tuttavia attenzione: La semplice sostituzione dei sanitari, senza intervenire sull’impianto, non è detraibile; la sostituzione degli apparecchi sanitari è detraibile solo se integrata o correlata a interventi maggiori per i quali spetta l’agevolazione.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami