ICO e STO per finanziare una startup? Guida pratica

lentepubblica.it • 14 Dicembre 2018

ico-sto-finanziare-startupUna nuova idea di business necessita di fondi per essere realizzata. Si possono utilizzare ICO e STO per finanziare una startup? Vediamo una guida pratica.


Chi ha intenzione di avviare una nuova idea di business, oppure di espanderne una già esistente, si scontra sempre con lo stesso problema: la necessità di ottenere fondi per realizzarla.

 

Per fortuna, nel mondo moderno e tecnologico in cui viviamo nuove idee di fundraising e finanziamento sono costantemente allo studio e alcune di queste si prospettano come soluzioni concrete e davvero appetibili.

 

È proprio questo il caso di un nuovo trend nella tecnologia blockchain. Aziende e startup possono vendere in anticipo l’accesso ai propri servizi come fonte di raccolta fondi per lo sviluppo di quei servizi stessi.

 

In pratica, l’azienda crea e distribuisce un token che offre a chi lo possiede l’accesso a prodotti, servizi e sottoscrizioni provenienti dalla nuova startup.

 

ICO e STO: nuove opportunità di fundraising

 

Si sta parlando delle ICO (Initial Coin Offering) e delle STO (Security Token Offering). Queste offerte consentono ad aziende e startup di vendere i propri token prima del lancio della compagnia stessa allo scopo di fare cassa e finanziare la nascita e la crescita del progetto.

 

Ciò significa che le aziende possono incamerare grosse quantità di capitale da investitori individuali, democratizzando il processo di finanziamento aziendale.

 

Una ICO o una STO possono essere estremamente efficaci come metodo per ottenere capitale per il proprio business.

 

Tuttavia, ci sono una serie di attività che vanno necessariamente svolte per garantire il successo dell’iniziativa.

 

C’è bisogno di costruire una comunità intorno al progetto, si necessita di competenze tecniche, ma anche di approfondimento di tutti gli aspetti legali.

 

Finanziarsi con ICO e STO: come fare?

 

Per prima cosa accenniamo alla differenza tra ICO e STO.

 

Come riferito dagli esperti di ICO Launch Malta (piattaforma specializzata nel lancio delle ICO), le Initial Coin Offering servono a un’azienda allo scopo di ricevere fondi per realizzare il loro progetto.

 

Il problema con le ICO è che non sono regolamentate, dunque, possono essere percepite da eventuali investitori come a rischio di “scam”, in altre parole di fregatura.

 

Le Security Token Offering, invece, sono state ideate proprio per garantire maggiore sicurezza agli investitori, offrendo tutela rispetto ai classici rischi delle ICO.

 

Le STO insomma, offrono maggiore trasparenza e garanzie a coloro che credono nel progetto e acquistano una certa quantità di tokens.

 

Una ICO è ciò che in gergo viene chiamato crowdsale. La startup crea un token digitale da vendere ai partecipanti, in genere in cambio di altre criptovalute come Ethereum o Bitcoin.

 

Una volta raggiunto l’obiettivo di finanziamento i token sono distribuiti automaticamente ai partecipanti, ma se la compagnia non raggiunge la cifra prestabilita per avviare il progetto, restituisce tutti i fondi.

 

 

Come lanciare una ICO?

 

Lanciare una ICO richiede capacità predittiva. Il passo fondamentale è quello di creare una roadmap fatta di obiettivi, poi bisogna stabilire i dettagli di prodotti e servizi.

 

Tutti i dettagli vanno diffusi attraverso il cosiddetto “white paper” a tutti i partecipanti al crowdsale ed alla community interessata al progetto.

 

Fondamentale è generare un po’ di clamore e discussioni intorno al progetto attraverso una rete di PR ben congegnate e una pubblicizzazione sistematica.

 

Tutto questo allo scopo di portare il nome dalla propria azienda e progetto nel mezzo del mercato delle ICO e riuscire così ad emergere.

 

Aspetto non secondario è anche il coinvolgimento di un esperto sviluppatore che abbia esperienza nella costruzione di una ICO.

 

I migliori sviluppatori devono avere esperienza e devono poter garantire supporto lungo tutto l’arco di creazione della ICO o della STO, ciò deve include la possibilità di inserire il proprio token in vendita presso i maggiori exchange disponibili.

 

Di tutti questi servizi si occupa proprio la ICO Launch Malta, piattaforma ideata per supportare le aziende e le startup nel processo tecnico e strategico di fundraising attraverso ICO e STO.

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami