fbpx

Il 2017 sarà l’anno dei Pneumatici 4 stagioni

lentepubblica.it • 16 Giugno 2017

pneumatici 4 stagionipneumatici: Grazie alle nuove tecnologie e a una ricerca continua pneumatici che vanno bene per tutto l’anno offrono sempre migliori performance su strada. Si stanno diffondendo molto nei paesi europei e agevolano coloro che sono restii a fare i cambi stagionali.


 

Pneumatici: Estate, inverno o tutte le stagioni?

 

L’acquisto delle gomme implica una scelta accurata dei prodotti da installare sulla propria autovettura perché a seconda del modello scelto si ottengono livelli di sicurezza e prestazioni diverse. Il primo aspetto da prendere in considerazione è la stagionalità. Pertanto bisogna selezionare i prodotti più adatti per affrontare terreni e condizioni ambientali, incluse le temperature, particolari. Secondo gli esperti del settore il 2017 sarà l’anno dei pneumatici 4 stagioni, con vendite ancora in aumento rispetto al 2016 (anno in cui questa tipologia di pneumatici ha conquistato il 20/25% del mercato). Il 65% degli automobilisti europei non sostituisce le gomme estive con quelle invernali, rischiando ovviamente di avere incidenti causati da neve e ghiaccio. Le gomme quattro stagioni rispettano il codice della strada e permettono di:

  • avere prestazioni migliori del pneumatico estivo nei periodi freddi
  • mentre con il caldo le performance non differiscono di molto rispetto alle gomme estive.

Le caratteristiche delle gomme per tutto l’anno sono molte e sono una valida alternativa a quelle stagionali.

Le peculiarità degli pneumatici quattro stagioni

 

A contraddistinguere le gomme per tutte le stagioni sono principalmente due elementi:

 

– la mescola contiene una maggiore quantità di silice, materiale che permette di avere una morbidezza elevata anche con temperature rigide, anche inferiori ai 7 ° ;

 

– il disegno del battistrada vanta un numero più alto di lamelle e scanalature per l’espulsione dell’acqua.

 

Queste peculiarità rendono le gomme più aderenti su fondo bagnato e ghiacciato, ottenendo risultati molto vicini a quelli degli pneumatici invernali. Va tenuto conto che le lamelle non sono create in numero eccessivo, perché altrimenti creerebbero un attrito elevato portando lo pneumatico ad un consumo rapido nei mesi caldi.

Nuovi modelli sul mercato

Nel 2015 sono apparsi sul mercato nuovi modelli con mescole particolari contenenti oli naturali come quello di colza, miscelati alla silice, e con una scolpitura ingegnerizzata del battistrada. Gli esperti di gomme-auto.it ne raccomandano l’uso proprio perché il netto miglioramento delle performance, validate dai test più severi, permettono di avere un prodotto sicuro e utilizzabile in qualsiasi periodo. In precedenza le gomme All Season, nonostante la grande pubblicità delle case produttrici, includevano molti modelli dalle prestazioni piuttosto scarse ed è per questo che hanno avuto un mercato più limitato. Recenti test diffusi dalla prestigiosa rivista AutoBild premiano alcuni modelli in particolare per un handling ottimo sul bagnato e una resistenza tenace riguardi ai fenomeni di aquaplaning.

 

La dicitura M+S

 

Le due lettere insieme indicano, rispetto alle norme europee riconosciute dai diversi sistemi nazionali, la possibilità dello pneumatico di essere adoperato sia inverno sia in estate. Non basta ovviamente apporre la marcatura sulle gomme, ma i copertoni devono avere specifici requisiti. In realtà sono tutti riconducibili alla presenza di solchi centrali e trasversali per fare in modo che acqua, neve e fango possano essere espulsi dalla gomma. Gli pneumatici M+S non hanno lamelle e neppure una mescola termica. Inoltre per questi prodotti non vi sono obblighi di superare test relativi alla frenata o al grip su fondi bagnati, ghiacciati o innevati. Va considerato che i produttori non si riferiscono a una legge specifica per apporre tale marchiatura, ma possono farlo in modo arbitrario. Chiaramente ci vuole l’unico requisito previsto.

 

Lo spazio di frenata

 

Gli esperti di gomme-auto.it Suggeriscono:  quando si deve selezionare uno pneumatico bisogna valutare la sicurezza e le prestazioni in relazione alla quantità di chilometri percorsi. Il parametro più importante è lo spazio di frenata. A stabilire il dato, più o meno buono, è la perdita di aderenza, che deve avvenire il più tardi possibile. A seconda della stagione si possono incontrare differenti ostacoli per la riduzione o l’aumento dello spazio di frenata.

 

In estate con temperature comprese tra i 10 e i 35 ° non bisogna usare pneumatici con un’eccessiva presenza di silice, perché la gomma si scioglie e diventa scivolosa, rendendo la frenata molto difficile.

Va tenuto in considerazione che per fermare un veicolo in movimento, portando da 100 km/h a 0 km/h, a una temperatura di 20 gradi centigradi con uno pneumatico estivo servono 38 metri, con gli pneumatici 4 stagioni di vecchia generazione 42 metri, con gli pneumatici All Season moderni 38 metri, mentre con le gomme invernali servono 51 metri.

Con la pioggia i pneumatici estivi solitamente sono quelli con le prestazioni più elevate, proprio perché la mescola delle gomme per l’inverno incide in maniera minore sulle performance.

L’inverno, invece, prevede una differenza sulla frenata di sei metri in condizioni di pioggia e di otto metri con la neve tra pneumatici invernali ed estivi. Gli pneumatici quattro stagioni di ultima generazione riescono ad avere le identiche prestazione degli pneumatici invernali per la pioggia e richiedono un metro in più di spazio di frenata con la neve. Se si acquistano gomme All Season di buona qualità non c’è più bisogno dei cambi stagionali e si ottengono buone prestazioni.

 

Quando acquistare pneumatici 4 stagioni

 

L’acquisto delle gomme per tutto l’anno costituisce una scelta sensata in tre casi e per i primi due le All Season sono assolutamente indispensabili, se:

 

– si percorrono pochi chilometri nei dodici mesi, solitamente una cifra compresa tra i 10 e i 15 mila, viaggiando in città o in pianura;

– si abita in un’area con temperature elevate e che non scendono mai al di sotto dei 7°C;

– l’automobile guidata è un 4×4 con trazione integrali, con cui muoversi anche con condizioni difficili.

 

Sono questi i criteri per i quali è bene affidarsi a pneumatici per le quattro stagioni, perché permettono di avere prestazioni soddisfacenti.

 

Una gomma valida per tutte le stagioni è caratterizzata da un compromesso deciso dal produttore:

  • si riduce la tipica aderenza estiva per apportare resistenza alle basse temperature;
  • mentre per avere un’aderenza accettabile si sacrifica la riduzione dei consumi di carburante e si limita la durata dello pneumatico nel tempo.

 

I principali brand hanno creato pneumatici All Season e si trovano online. Grazie alle schede tecniche e ai test di valutazione si possono selezionare i prodotti migliori, più adatti alle proprie esigenze. Su internet si confrontano tra loro le gomme mettendo in evidenza le caratteristiche ricercate e si possono raccogliere informazioni sugli esiti delle prove su strada.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami