fbpx

Lavoro accessorio: ecco la rivalutazione annuale degli importi

lentepubblica.it • 20 Aprile 2015

importi, occupazione, lavoroLa legge n. 92 del 28 giugno 2012, modificando l’art.70 del d.lgs. n. 276/2003, prevede che i compensi economici fissati per il prestatore quali limite annuo siano annualmente rivalutati sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati intercorsa nell’anno precedente.

 

I nuovi importi economici da prendere a riferimento per l’anno 2015, anche al fine delle verifiche sul loro rispetto a cura dei committenti, come precisato nella circolare n. 176 del 18 dicembre 2013, sono rideterminati come segue:

 

Valori netti (arrotondati alla decina di euro):

 

€ 5.060 per la totalità dei committenti nel corso di un anno solare;

 

€ 2.020 in caso di committenti imprenditori commerciali o liberi professionisti nel corso di un anno solare.

 

Valori lordi (calcolati sul valore netto arrotondato)

 

€ 6.746 per la totalità dei committenti nel corso di un anno solare.

 

€ 2.693 in caso di committenti imprenditori commerciali o liberi professionisti nel corso di un anno solare.

 

I suddetti importi per l’anno 2015 saranno pubblicati sul sito istituzionale dell’INPS, istituto nazionale per la previdenza sociale, sotto la sezione lavoro
accessorio.

Fonte: CGIA Mestre
avatar
  Subscribe  
Notificami