fbpx

Impresa sociale: firmato protocollo d’intesa Unioncamere-Alleanza delle Cooperative Italiane

lentepubblica.it • 18 Giugno 2014

Garantire l’assistenza tecnica alla nascita di nuove imprese offrendo il supporto per elaborare il piano d’impresa; assicurare la formazione imprenditoriale e manageriale necessaria allo start-up; mettere a disposizione strumenti di assistenza tecnica per stabilire rapporti con i confidi e le banche, in particolare per l’accesso al microcredito.

Sono questi i principali contenuti del protocollo d’intesa firmato ieri a Roma – nel corso dell’assemblea di Confcooperative-Federsolidarietà – dal Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello e dal Portavoce dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Settore sociale, Giuseppe Guerini anche in rappresentanza di Paola Menetti, presidente di Legacoopsociali ed Edoardo De Crescenzo, presidente Agci Solidarietá.

“L’impresa sociale è un tassello indispensabile al tessuto produttivo del Paese” ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello“In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, questo modo di fare impresa ha dimostrato di tenere i livelli occupazionali meglio di altre forme e, anzi, di dare opportunità a chi ha perso un lavoro. E’ la base di unnuovo welfare comunitario che va realizzato per intercettare i nuovi bisogni della società e rispondere con le soluzioni più appropriate. Il protocollo di oggi rafforza una collaborazione già solida tra sistema camerale mondo della cooperazione e che sta dando frutti concreti. Per il progetto “Start up imprenditoria sociale” – cui hanno aderito 38 Camere di commercio – abbiamo ricevuto oltre 500 idee imprenditoriali valide. Grazie al Protocollo potremo supportarle meglio”.

“Sulla base del protocollo ci impegniamo a favorire affiancamenti (mentoring) tra imprese sociali nascenti e imprese già attive, disponibili a favorire il decollo e a offrire l’assistenza a tutte le “start up sociali” per le procedure di costituzione e per la redazione e la predisposizione dell’atto costitutivo e dello statuto”, dice Giuseppe Guerini, portavoce dell’Alleanza delle Cooperative Sociali.

Nell’ambito dell’intesa – della durata di tre anni – Le parti si impegnano a costituire un Gruppo di lavoro composto indicativamente da tre rappresentanti di Unioncamere e tre rappresentanti dell’Alleanza Cooperative Italiane Settore Sociale per l’attuazione di quanto previsto nel presente protocollo. I componenti del gruppo opereranno a titolo gratuito e avranno anche il compito di proporre possibili ulteriori linee di collaborazione tra Unioncamere e l’ Alleanza Cooperative Italiane Settore Sociale.

 

FONTE: Unioncamere – Camere di Commercio d’Italia

 

imprese stranieri 2

 

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami