lentepubblica

Intimidazioni agli Amministratori Locali: nuovo caso a Reggio Calabria

lentepubblica.it • 2 Settembre 2018

intimidazioni-amministratori-locali-caso-reggio-calabriaIntimidazioni agli Amministratori Locali: nuovo caso a Reggio Calabria. Nuovo attentato intimidatorio ai danni di un amministratore locale calabrese.


Nuovo attentato intimidatorio ai danni di un amministratore locale calabrese. Nel mirino questa volta Giuseppe Alfarano, sindaco di Camini, un piccolo comune di circa ottocento abitanti che si affaccia sulla costa dello Ionio reggino.

Intimidazioni agli Amministratori Locali: nuovo caso a Reggio Calabria

Persone non identificate hanno dato alle fiamme, a scopo intimidatorio, la notte scorsa, la sua vettura parcheggiata vicino al cancello della sua abitazione provocando gravissimi danni al mezzo. L’episodio è stato denunciato dallo stesso sindaco di Camini ai carabinieri della Compagnia di Roccella Ionica che lo hanno già ascoltato per quesi due ore

“Se avessi la certezza sicuro che ad incendiarmi l’auto fossero state persone di Camini – ha detto Alfarano all’agenzia Ansa- non esiterei a cacciarle dalla cittadina”. Per Alfarano, che è architetto e libero professionista, all’origine dell’atto potrebbe esserci una motivazione legata alla sua attività amministrativa. Oggi il sindaco di Camini sarà in Prefettura a Reggio Calabria.

Solidarietà al sindaco di Camini da parte del sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. “I criminali che hanno compiuto questo vile atto, con chiaro intento intimidatorio, non devono riuscire nel proprio losco intento di pregiudicare il cammino amministrativo intrapreso. Le istituzioni e la società civile devono fare scudo attorno a chi lavora con onestà e trasparenza, ed è per questo che invio ad Alfarano la mia personale vicinanza e solidarietà e quella di tutta l’istituzione”.

0 0 votes
Article Rating
Fonte: ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments