Lettore per tessera sanitaria: a cosa serve e come usarlo

lentepubblica.it • 28 Luglio 2021

lettore per tessera sanitariaCon una digitalizzazione sempre più presente nella vita quotidiana, il lettore per tessera sanitaria è sempre più utile. Vediamo come funziona e come scegliere il migliore.


Il lettore per tessera sanitaria sta diventando un device tecnologico sempre più richiesto, a causa delle operazioni ormai diventate quotidiane, come la firma digitale o la richiesta di SPID.

Vediamo di cosa si tratta, come funziona e come scegliere il migliore.

Lettore per tessera sanitaria: cos’è

Il lettore per tessera sanitaria non è altro che un lettore per smart card.
Quando parliamo di smart card, intendiamo una carta dotata di microchip, nel quale sono memorizzati i dati del proprietario, attraverso la tecnica della crittografia.

Il lettore smart card permette la “lettura” della carta. Si tratta di un device hardware da collegare al computer che, mediante un driver specifico, permette all’utente di accedere ai dati contenuti all’interno della carta.

Tra le smart card più comuni abbiamo la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), che serve ad accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, poi ci sono carte dedicate al commercio elettronico (con funzioni di tipo bancario) e ovviamente quelle dedicate ai servizi governativi, come la carta d’identità e il passaporto elettronici e ovviamente la tessera sanitaria.

Lettore per tessera sanitaria: a cosa serve

lettore per tessera sanitariaIl lettore per tessera sanitaria è utile per leggere le smart card, ovvero tutte quelle tessere dotate di un microchip, contenente i dati personali del proprietario.
Tra i maggiori utilizzi che vengono fatti di questo lettore, abbiamo la possibilità di apporre la firma digitale.

La firma digitale è l’equivalente telematico della firma tradizionale su carta e viene utilizzata per sottoscrivere i documenti telematici. Ovviamente, come per la firma tradizionale, anche la firma digitale ha valore legale e dà valenza giuridica ai documenti telematici.

Un altro utilizzo molto comune è mediante TS-CNS, ovvero una smart-card munita di microchip, coi dati identificativi della persona.

Le sue principali funzioni sono:

  • Tessera sanitaria: utile al cittadino per accedere alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale, come prenotare le visite, pagare i ticket e acquistare farmaci;
  • Tessera Europea di Assicurazione Malattia: che garantisce copertura e assistenza medica, durante i soggiorni all’estero nei Paesi dell’Unione Europea, in Svizzera, nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE), Norvegia, Liechtenstein e Islanda;
  • Codice fiscale, che viene emesso dall’Agenzia delle Entrate;
  • Come strumento di accesso ai servizi online relativi alla Pubblica Amministrazione.

Per poter utilizzare la TS-CNS come strumento di autenticazione per accedere ai servizi online, bisogna:

  • Essere in possesso dei codici PIN/PUK, da poter richiedere agli sportelli abilitati nella Regione di appartenenza (possono essere richiesti dietro presentazione di un documento d’identità valido e della tessera sanitaria);
  • Installare il lettore per tessera sanitaria sul proprio pc e scaricare i driver appositi, tra cui quello specifico del tipo di smart card che stiamo utilizzando (in questo caso, quello relativo alla TS-CNS);
  • Eseguire il primo accesso, dopo la registrazione della carta nel Sistema TS.

Come scegliere il migliore

Prima di acquistare un lettore per tessera sanitaria, occorre tenere a mente alcune caratteristiche di cui tenere conto.

Per poter scegliere il miglior lettore per tessera sanitaria, bisogna considerare questi elementi:

  • Dimensioni: essendo uno strumento molto utile, spesso potrebbe capitarci di trasportarlo da casa all’ufficio o viceversa, perciò è importante scegliere un lettore piccolo, compatto e leggero;
  • Compatibilità: prima di procedere all’acquisto del lettore per tessera sanitaria, dobbiamo controllare la sua compatibilità con le diverse smart card, come CNS, CRS, CIE, etc.;
  • Facilità di utilizzo: è consigliato scegliere un lettore che includa già il CD col software di cui abbiamo bisogno o comunque con un sistema operativo facile e intuitivo;
  • Alimentazione: se vogliamo trasportare il nostro lettore in ufficio o a casa, è importante che abbia un’alimentazione mediante cavo USB, universale e compatibile con ogni tipo di computer.
5 1 vote
Article Rating
Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments