fbpx

L’INAIL analizza i principali fattori di rischio che insidiano gli ambienti domestici

lentepubblica.it • 12 Marzo 2015

Online sul portale dell’Istituto la collana che – in sette i volumi illustrati e aggiornati dai ricercatori del DiMEILA dell’Istituto – analizza i principali fattori di rischio che insidiano gli ambienti domestici. Informazioni, consigli e buone prassi da seguire per proteggersi e per tutelare l’incolumità dei nostri cari

Quanti rischi si nascondono tra le mura domestiche? Esistono delle buone pratiche per evitarli e delle misure di pronto soccorso da applicare in caso di emergenza? Una serie di guide complete, sintetiche e di pratica consultazione sui comportamenti e le soluzioni da adottare è offerta dalla collana dei “Quaderni per la salute e la sicurezza”, che l’Inail ripropone sul portale dell’Istituto, in una versione aggiornata nei contenuti e nella veste grafica.

Dagli infortuni ai biocidi, dai detergenti agli sgabelli. La collana – curata dai ricercatori del dipartimento di Medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale (DiMEILA) – è composta da sette volumi che analizzano alcuni dei pericoli più insidiosi degli ambiti domestici, offrendo per ciascuno le strategie di prevenzione e di contrasto più efficaci. Dalla disamina delle tipologie di infortunio de “La casa e i suoi pericoli” si passa, così, a “Scale portatili e sgabelli”, “I biocidi”, “I detergenti” e “Cos’è il radon”, fino a toccare argomenti quali i “Chemioterapici” e “La Salute e la sicurezza sul bambino”.

Tanti consigli e contatti utili. Oltre alle illustrazioni, che facilitano la consultazione delle monografie, ogni volume contiene indicazioni utili su come prevenire un pericolo e come reagire a seconda di uno specifico tipo d’infortunio. Non mancano, inoltre, approfondimenti su come leggere le etichette dei prodotti detergenti o chimici, su quali scale utilizzare in funzione del lavoro da svolgere, sull’utilizzo in casa di farmaci chemioterapici e sul loro effetto sull’organismo e, nel caso del radon, i riferimenti istituzionali. Ogni opuscolo, infine, mette a disposizione del lettore un elenco con gli indirizzi e i numeri telefonici da contattare in caso di pericolo.

Informazioni consultabili con grande facilità. Il risultato complessivo è una collana ricca di dati consultabili con grande facilità e in grado di tutelarci e proteggere i nostri cari. Per esempio, ne “La casa e i suoi pericoli”– come si legge nelle pagine introduttive – si vogliono “fornire informazioni semplici e di facile utilizzo, alla portata di chi in casa si può trovare in una situazione di emergenza o comunque deve prestare aiuto alla vittima di un infortunio”. Il testo offre, così, un decalogo sulla condotta del soccorritore, un elenco dei Centri antiveleni presso i maggiori ospedali italiani e dei Centri grandi ustioni, ma anche un glossario dei termini medici utilizzati nel testo, l’indicazione dei simboli di pericolo delle sostanze pericolose, nonché un’appendice sui principali dati statistici su gli infortuni domestici e una scheda di numeri di telefono di emergenza, da tenere sempre a portata di mano.

 

 

 

FONTE: INAIL

 

 

incidente

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami