fbpx

Marcature CE: quali sono obbligatorie sugli infissi certificati

lentepubblica.it • 29 Maggio 2018

marcature-ceUn tema che interessa sia i venditori sia gli acquirenti di prodotti da costruzione è la certificazione dei serramenti. Gli infissi a marchio CE, infatti, non solo rispondono ai requisiti di legge ma consentono di accedere a tutta una serie di sgravi fiscali previsti dalla normativa vigente.


Vediamo allora quali sono le normative europee che certificano porte, finestre e infissi e quali gli obblighi degli operatori economici del settore, facendo luce su due delle principali marcature CE per infissi: la EN 14351-1:2006+A2:2016 “Finestre e porte – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Parte 1: Finestre e porte esterne pedonali” e il regolamento UE n. 305/2011 pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il 9 marzo 2011.

 

Nella prima sono specificati i requisiti per commercializzare infissi certificati, nella seconda, invece, vengono chiariti quali sono gli obblighi per l’apposizione della marcatura.

 

Regole e condizioni della certificazione CE

 

L’etichetta CE per serramenti e infissi non è un marchio di origine o di qualità ma garantisce che il prodotto sia conforme ai requisiti indicati nelle normative europee.

 

Affinché l’infisso possa essere certificato, è necessario che le aziende che si occupano di produzione serramenti ma anche quelle che si occupano di lavorazione lamiere e profili in  alluminio o altri materiali, redigano una dichiarazione di prestazione. Questo documento attesta che sono stati effettuati dei test a campione per verificare la conformità del prodotto, sia esso un infisso finito o un elemento costruttivo, in particolare rispetto a:

 

  • Reazione al fuoco;
  • Resistenza al fuoco;
  • Comportamento al fuoco;
  • Isolamento acustico;
  • Emissioni di sostanze pericolose per l’uomo e per l’ambiente.

 

Tutti gli altri requisiti specifici per elemento costruttivo devono essere verificati mediante test a campione.

 

Obblighi e requisiti per ottenere la marcatura CE

 

L’apposizione di marcatura CE è obbligatoria sui seguenti elementi da costruzione:

 

  • Finestre;
  • Portefinestre;
  • Porte pedonali esterne;
  • Porte esterne sulle vie di fuga;
  • Finestre da tetto/lucernari, a nastro, accoppiate e

 

Perché i serramenti possano essere commercializzati, questi devono rispettare una serie di requisiti inerenti a:

 

  • Tenuta all’aria (solo se dichiarato);
  • Tenuta all’acqua;
  • Resistenza al vento;
  • Non emissione di sostanze pericolose (solo verso l’interno);
  • Resistenza meccanica degli elementi di chiusura;
  • Resistenza all’impatto;
  • Isolamento acustico (solo se dichiarato);
  • Trasmittanza termica (solo se dichiarato). Commercializzare infissi non certificati è

Chi deve emettere la certificazione di conformità

 

Le figure economiche a cui sono rivolti gli obblighi per l’apposizione di marcatura CE sui serramenti sono fabbricanti, importatori e distributori. Ad ognuno di essi spettano una serie di compiti, in modo tale da garantire la conformità dei prodotti che producono e/o vendono.

 

Pertanto, i fabbricanti dei prodotti da costruzione sono tenuti a redigere la dichiarazione di prestazione. Senza quest’ultima non è possibile ottenere la certificazione di conformità.

 

Devono, inoltre, eseguire prove a campione sui prodotti per garantire stabilità, affidabilità e accuratezza della dichiarazione.

 

Gli importatori e i distributori, invece, devono acquistare e vendere solo prodotti con marcatura. Nel caso ritengano che i prodotti non siano infissi certificati correttamente devono informare il fabbricante e le autorità di vigilanza.

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami