fbpx

Ordinanza Blocco Traffico a Roma e in molte città italiane

lentepubblica.it • 14 Gennaio 2020

ordinanza-blocco-traffico-romaIn questi giorni, a causa dell’inquinamento e di un elevato numero di polveri sottili nell’aria, molte città stanno correndo ai ripari.


Ordinanza Blocco Traffico a Roma e in molte città italiane: da Torino a Treviso e in Emilia Romagna sono molte le città in cui i livelli di inquinamento sono insostenibili.

Ecco quali contromisure stanno prendendo le città in questi giorni.

Una su tutte Roma Capitale, che proprio oggi ha dovuto emettere un’ordinanza di urgenza.

Ordinanza Blocco Traffico Roma: giornata di stop

Infatti, visto il persistere a Roma degli elevati livelli di inquinamento nell’aria, è stata disposta per la giornata di oggi, martedì 14 gennaio.

La limitazione alla circolazione veicolare privata nella ZTL “Fascia Verde”: previsto lo stop

  • dalle ore 7.30 alle 10.30
  • e dalle ore 16.30 alle 20.30

delle auto diesel da “Euro 3” fino a “Euro 6“.

Il provvedimento prevede anche che gli impianti termici dovranno essere gestiti in modo da garantire una temperatura dell’aria negli ambienti non superiore a 18°C o 17°C in funzione del tipo di edificio.

Il testo dell’ordinanza è online sul portale di Roma Capitale.

La situazione nelle altre città

In Emilia Romagna in questi giorni nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e Ravenna saranno in vigore le misure emergenziali per la qualità dell’aria.

A Firenze addirittura ci saranno misure restrittive fino a sabato 18 gennaio saranno in vigore analoghe disposizioni a tutela della salute dei cittadini.ù

Oggi limitazioni del traffico analoghe anche a Treviso e a Torino.

Nella maggior parte delle città citate le misure sono state inevitabili a causa del superamento del valore limite giornaliero di Pm 10 di parecchie decine di microgrammi/m3 per molti giorni consecutivi.

Si attendono ora le nuovi rilevazioni degli Enti predisposti per capire se nelle varie città i divieti di circolazione saranno estesi oppure no.

 

 

Fonte: articolo di redazione lentepubblica.it
avatar
  Subscribe  
Notificami