Partecipate e municipalizzate, il “poltronificio” del Belpaese

lentepubblica.it • 18 Novembre 2014

Disboscare, ridurre, razionalizzare. Erano le parole d’ordine del governo sulle società controllate dallo Stato e sulle partecipate locali. Ma mentre il commissario alla Spending scriveva i suoi piani la giostra degli incarichi continuava indisturbata. Sulle poltrone, a prescindere dalle competenze, si accomodano fedelissimi del giglio magico e trombati della vecchia guardia. Così le società pubbliche sono sopravvissute ancora.

 

Continua a leggere dalla fonte: Il Fatto Quotidiano

 

 

Fonte:
avatar
  Subscribe  
Notificami